Come fronteggiare un compagno,un amico, uno come noi che improvvisamente mette in discussione tutto dicendo che "niente ha significato"?
Un gruppo di tredicenni danesi trova una soluzione creativa:raccogliere oggetti che hanno un significato profondo e mostrarli al ribelle.

Niente ci racconta uno dei momenti piu' difficili dell'esistenza, il passaggio dall'infanzia all'adolescenza, quando si passa da una beata incoscienza al fronteggiare le domande esistenziali, attraverso una scrittura elegante, molto tesa e con un'inaudita escalation di crudelta' e mi ha lasciato con diversi spunti interessanti su cui riflettere.

Credo sia uno dei libri piu' belli letto quest'anno, di certo il piu' inquietante.