Stamattina da FNAC ho notato questo libro che (così c'è scritto) riporta fedelmente il diario di un aristocratico londinese in cui ci sarebbe la confessione dei crimini attuati dal famoso Jack lo squartatore nel 1888. Qualcuno di voi l'ha letto, e, se si, che ne pensate?

-Niccolò