Sinossi

Una donna stregata dal potere dell'inchiostro, un libraio ossessionato dal tradimento della moglie, un matematico reso folle dalla perdita del figlio, un editore che non ha mai letto un libro per intero e uno scrittore frustrato. Insieme tenteranno un'impresa impossibile: scrivere il Libro dei libri, capace di dare risposta a ogni domanda, di alleviare ogni dolore. Tributo alla passione di chi cerca nella letteratura le risposte in grado di guarire e dare un senso alla vita, "Inchiostro" è un romanzo breve e intenso che promette l'impossibile e, giocando, ci regala la cosa più importante: il piacere di una buona storia.

Ne Penso

Preso perche' in Offerta Lampo sul Kindle, questo libro e' molto breve e molto veloce da leggere.
L'idea e' brillante:

Puo’ esistere una soluzione, una spiegazione per la follia della vita ? esiste una formula che risponda e dia sollievo per gli accadimenti drammatici ? « ..per dirla in altri termini,l’origine di tutte le cose »
La tesi di « Inchiostro » e ‘ che si nasconda nei libri, ovvero che la saggezza universale, la Risposta, il Motivo, si siano annidiati nelle stratificazioni della scrittura. E’ solo necessario trovare la chiave per estrapolarla, cosa che riesce agli stramapalati protagonisti.Ma una volta ottenuta, come diffonderla ? e’ davvero saggio renderla disponibile a tutti ? Ma e’ davvero importante trovare la risposta o il percorso che ci spinge a cercarla ?

Probabilmente uno spunto troppo ambizioso per le capacita' dell'autore, la realizzazione ne viene fuori meno brillante di quanto meriterebbe. Sempra il primo canovaccio da mandare all'editor, non un prodotto finito (mi chiedo il suo editore come abbia lavorato)

La scrittura sente fortemente influssi del « Barocco gotico » spagnolo, e in alcuni punti e temi ricorda Perez Reverte del Club Dumas o lo Zafon del Gioco dell’angelo, le ambientazioni della fredda Magonza un po’ stonano.
un libro mediocre che poteva essere molto carino.
peccato.