Sono sette racconti polizieschi che contengono ciascuno un paio di delitti, solo il settimo si discosta per ambientazione e dinamica.L'ispettore Ferrando ha una figura di poderoso cinquantenne, un pò solitario, ma molto attivo e sagace.Con intelligenza e professionismo giunge alla soluzione dei casi senza usare mezzi troppo scientifici nè strabilianti. Le vicende hanno per sfondo la costa Ligure, i personaggi sono veritieri così come il commissariato locale composto da figure tipiche del nostro sistema di sicurezza.


Questo giallo mi è piaciuto perché le vicende s'intersecano dinamiche e molto realiste.La scrittura é competente e documentata, priva di costruzioni astruse.Simpaticamente il carattere del protagonista rivela una sottile vena di sentimentalismo.