Il romanzo si ispira a un fatto realmente accaduto in Friuli nel 1878, quando, nel piccolo paese di Verzegnis, alcune donne cominciarono a manifestare, l'una dopo l'altra, i segni di un male oscuro in cui il clero e la gente comune individua i sintomi della possessione demoniaca. Dopo il moltiplicarsi di fenomeni sempre più inquietanti e il ricorso da parte del parroco alla pratica degli esorcismi, il prefetto di Udine invia sul luogo due medici che diagnosticano una inequivocabile istero-demonopatia e ordinano il ricovero delle indemoniate. Ma la popolazione locale, diffidente nei confronti della scienza, si ribella alle disposizioni delle autorità e la situazione degenera. (Ibs)

Da un punto di vista antropologico impressionante.