Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il mago di Lublino

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Singer,Isaac Bashevis - Il mago di Lublino

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5816
    Thanks Thanks Given 
    1218
    Thanks Thanks Received 
    421
    Thanked in
    252 Posts

    Predefinito Singer,Isaac Bashevis - Il mago di Lublino

    Dalla quarta di copertina:
    Yasha di Lublino è un funambolo, un prestigiatore, un illusionista, ipnotizzatore, maestro, come Houdini, nell'aprire serrature e lucchetti anche bendato o ammanettato. Sul punto di abbandonare la fedele moglie Ester per fuggire in Italia con la bella Emilia, sul punto di usare le sue abilità per scopi criminali, come gli consigliano da tempo amici ruffiani e ladri, questo zingaro della lussuria torna nel villaggio natio e si fa murare in una stanza della sua vecchia casa per scontare i suoi peccati e diventare, suo malgrado, un saggio venerato da ebrei vicini e lontani.

    Non avevo mai letto niente di Singer..anche se all'inizio ho trovato il romanzo un pò lento,a metà è decisamente decollato,con stile sobrio e chiaro Singer ci conduce nei meandri dell'animo di un uomo che è tutto e il contrario di tutto,cinico,libertino,poco incline all'ebraismo,quasi ateo...eppure durante tutto il racconto si sente una presenza che lo porterà inevitabilmente verso Dio,si getta a capofitto nelle peggiori azioni...ma non completamente soddisfatto,recalcitrante all'inizio,pieno di dubbi sull'esistenza di Dio...saranno proprio le sue azioni e le conseguenze di esse che lo porteranno all'espiazione volontaria,usarà il suo libero arbitrio per togliere qualsiasi fronzolo alla sua complicata vita.Molto soddisfacente.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2336
    Thanks Thanks Given 
    44
    Thanks Thanks Received 
    191
    Thanked in
    116 Posts

    Predefinito

    Personaggio affascinante Yasha Mazur, illusionista, prestigiatore, abilissimo funambolo, che sulla fune, in precario equilibrio, riesce a tenere non solo il suo corpo, ma tutta la sua vita. Egoista ma anche generoso, marito e libertino impenitente, bugiardo ma non ladro, credente, a modo suo, ma eretico per gli altri, Yasha è tutto ed il contrario di tutto. Forse, più semplicemente, Yasha è solo un uomo, pieno di dubbi, di fronte al suo libero arbitrio. " Il senso della vita consisteva nella libertà e nell'astinenza dal male; l'uomo privato del libero arbitrio era come un cadavere", e Yasha, nella sua vita, ha sempre esercitato il suo libero arbitrio, scegliendo prima la via del peccato e poi quella della espiazione, ma continuando sempre a porsi delle domande e cercando di vincere i dubbi e le tentazioni, perché più forti delle tentazioni esterne sono quelle che nascono nella mente stessa dell'uomo, perché riescono a penetrare anche le pareti di mattoni in cui ci si rinchiude ...

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    895
    Thanks Thanks Given 
    246
    Thanks Thanks Received 
    191
    Thanked in
    122 Posts

    Predefinito

    Libro molto difficile da commentare, come la personalità poliedrica, nel bene e nel male, del personaggio principale, che, pur essendo ebreo, fa della libertà e del libertinaggio la ragione dominante della sua vita di saltimbanco illusionista (in tutti i sensi), prima della metamorfosi finale. Ho letto, successivamente, anche qualche altra opera di questo autore, ma, pur non riuscendo a scoprirne chiaramente le ragioni e apprezzando comunque le notevoli qualità di questo autore, nulla mi ha più affascinato di questo singolare libro.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Singer, Isaac B. - La famiglia Moskat
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 09-22-2015, 03:53 PM
  2. Singer, Bryan - I soliti sospetti
    Da darida nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 34
    Ultimo messaggio: 12-25-2013, 04:47 PM
  3. Singer, Isaac Bashevis - Schiuma
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 09-02-2011, 02:12 PM
  4. Can - Tago mago
    Da Apart nel forum Albumeroteca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 07-22-2009, 01:38 PM
  5. Singer, Bryan - Operazione valchiria
    Da Lentina nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 07-13-2009, 02:24 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •