In questo libro i fratelli Baudelaire si imbatteranno in un negoziante sospettoso, operazioni chirurgiche non necessarie, un sistema di interfono, anestesie, palloncini a forma di cuore, e alcune notizie davvero sbalorditive su un certo incendio.


La parte in cui la maggiore dei fratelli Baudelaire è in pericolo di vita, mi ha tenuto sulle spine per un paio di capitoli. Bella torsione narrativa da parte di Lemony Snicket, che finalmente inserisce nella narrazione un pizzico di suspense palpabile (Violet finisce sotto i ferri e rischia grosso).
I personaggi di contorno stavolta li ho trovati anonimi(l'archivista Hal) anche se qualche "pennellata" in più per caratterizzare i complici di Olaf è uno sforzo sicuramente apprezzabile da parte dell'autore.
Sorvolando su qualche situazione rocambolesca (tipo il bunjee-jumping dal secondo piano dell'ospedale), resta comunque una lettura sempre piacevole e scorrevolissima.
Peccato per qualche refuso di troppo.