In questo libro i fratelli Baudelaire si imbatteranno in un messaggio segreto, una scarpata, una trappola infida, uno stormo di pappataci delle nevi, il complotto di un malvagio, un gruppo di giovani bene organizzati, una casseruola con coperchio e un sorprendente sopravvissuto a un terribile incendio.



Non mi ha entusiasmato particolarmente, è il primo della serie che ho trovato un po' troppo descrittivo e pedestre nell'avvicendarsi degli eventi. Non brilla rispetto ai precedenti, la sensazione è di un volume interlocutorio che butta altra benzina sul fuoco (nel senso che i misteri si infittiscono, le informazioni di Quigley Pantano più che dipanare le nebbie non fanno che aggiungere altro fumo al quadro generale, già nebuloso). E' sicuramente una "malizia" letteraria allo scopo di incuriosire il lettore e costringerlo a comprare i volumi successivi, però rischia anche di irritarlo, alla lunga.
Nell'edizione digitale che ho io, segnalo che la traduzione lascia a desiderare in un paio di punti ("prometterono" non si può vedere, così come "occhiata terrificata"). L'impaginazione dell'ebook è discreta, nonostante qualche a capo lasci spazi bianchi sulle righe, un effetto un po' "pugno in un occhio".
La prosa di Lemony Snicket è sempre cristallina e scorrevole, ma in questo volume gli devo imputare un pizzico di indulgenza a discorsi filosofeggianti o esistenziali che stonavano un po'.
Voto 3