All'inizio degli anni Trenta un saggista inglese, John Collings Squire, chiese ad alcuni fra i migliori intellettuali del suo tempo di immaginare che cosa sarebbe accaduto se gli eventi, in una particolare vicenda storica, avessero preso una piega diversa. Ne nacque una antologia in cui alcuni storici, uomini politici, romanzieri e scrittori di successo - fra gli altri Chesterson, Maurois, Belloc, Churchill - posero a se stessi domande provocatorie.
Che cosa sarebbe successo se i mori avessero conservato il controllo della Spagna? Se Don Giovanni d'Austria avesse sposato Maria Stuarda? Se Luigi XVI avesse dato prova di maggiore fermezza? Se la "fuga di Varennes" avesse prodotto il risultato desiderato dalla famiglia reale? Se Napoleone, dopo Waterloo, si fosse rifugiato negli Stati Uniti? Se Federico, imperatore del Reich, non fosse morto di cancro poco tempo dopo l'assunzione al trono?(Mondadori)

Non ho amato molto questo saggio, avevo alte aspettative e sono rimasta delusa.