Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Matilde

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Dahl, Roald - Matilde

  1. #1
    Scrittore & Vulca-Mod
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Sarzana La Spezia
    Messaggi
    4226
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    71
    Thanked in
    30 Posts

    Predefinito Dahl, Roald - Matilde

    Matilde ha imparato a leggere a tre anni, e a quattro ha già divorato tutti i libri della biblioteca pubblica. Quando perciò comincia a frequentare la prima elementare si annoia talmente che l'intelligenza deve pur uscirle da qualche parte: così le esce dagli occhi. Gli occhi di Matilde diventano incandescenti e da essi si sprigiona un potere magico che l'avrà vinta sulla perfida direttrice Spezzindue, la quale per punire gli alunni si diverte a rinchiuderli in un armadio pieno di chiodi, lo Strozzatoio, o li usa per allenarsi al lancio del martello olimpionico, facendo roteare le bambine per le trecce e lanciandole lontano. L'intelligenza e la cultura - sembra dire l'autore - sono le uniche armi che un debole può usare contro l'ottusità, la prepotenza e la cattiveria.


    Bellissimo e pregno. Significativo l'omaggio di Roald alla letteratura e in particolari agli autori che ne hanno segnato la storia (Dickens, Kipling, Conrad etc.) così come il messaggio che i libri ci portano per mano nel loro mondo , e possiamo viaggiare assieme ai protagonisti delle storie narrate.
    Bellissimo il rapporto che si instaura tra Matilde e la signorina Dolcemiele (il dialogo in cui la maestra si confida alla bambina è quasi commovente, per non parlare della delicatezza ed empatia della ragazzina); caustico come sempre Dahl nel ritrarre gli adulti e a sottolinearne difetti e nonsense comportamentali (agghiacciante il menefreghismo e la freddezza dei genitori nella scena finale, per non parlare della violenza fisica della direttrice Spezzindue).
    Prosa di una bellezza e fluidità straordinarie.
    Capolavoro.
    Ultima modifica di GermanoDalcielo; 07-06-2014 alle 03:15 PM.

  2. The Following User Says Thank You to GermanoDalcielo For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Ringrazierò sempre la maestra delle elementari per avermelo prestato, è stato amore alla prima pagina. Uno di quei libri che ricordo ancora adesso e per il quale provo un affetto veramente sincero.
    Se adesso sono qui, con questo ingombrante amore per la lettura, è merito anche di questo autore e di Matilde.
    Incantevole!
    n.b. bello pure il film di e con DeVito, lo conosco a memoria!

  • #3
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Il mio ragazzo me l'ha regalato oggi per il mio compleanno, perché la passione di Matilde per i libri è la stessa di me da bambina, che ho imparato a leggere e scrivere molto prima di iniziare le elementari e il primo anno di scuola mi annoiavo a morte perché ci facevano riempire pagine e pagine di cerchietti e bastoncini.
    Il libro me l'ha dato ieri sera a mezzanotte, e non ho resistito a leggerne alcune pagine quando sono tornata a casa.
    E' stato incredibile leggere che il libro per bambini preferito da Matilde è lo stesso del quale ho consumato le pagine da piccola: 'il giardino segreto', che è in assoluto il mio libro per bambini preferito!

    Leggere libri sull'amore per i libri è una cosa che mi manda in brodo di giuggiole, come se improvvisamente mi venisse soffiata nei polmoni una forte ventata di ossigeno, e ogni cellula del mio corpo si mettesse a danzare.

  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3000
    Thanks Thanks Given 
    257
    Thanks Thanks Received 
    495
    Thanked in
    237 Posts

    Predefinito

    Sembra quasi un sacrilegio, ma non avevo mai letto "Matilda".
    Conosco quasi a memoria il film, naturalmente, e conosco molte delle opere di Roald Dahl, ma, chissà perché, mi non ho mai avuto l'occasione di avvicinarmi a quella che è forse la sua opera più conosciuta.
    Naturalmente, il rimpianto per non aver conosciuto questa meravigliosa bimba da piccola è tanto, ma se c'è un autore per bambini che forse gli adulti possono apprezzare come se non più dei piccoli, questo autore proprio Dahl.
    La sua scrittura è brillante, è piena di un umorismo che diverte i piccoli e accende lampadine di entusiasmo nei grandi, trascina il lettore nelle sue vicende e lo delizia con scene divertenti ed estremamente profonde.
    Dahl non ha paura di parlare di tematiche difficili e dolorose, ma lo fa sempre con sincerità, con una voce franca e una luce di speranza tale da confortare, sempre, senza mai risultare paternalistico.
    "Matilda", prima ancora di essere un meraviglioso e tenero inno alla lettura e al suo potere salvifico, è una storia che parla di bambini soli, di genitori anaffettivi e assenti, di adulti violenti, di mancanza di cure, della difficoltà che hanno i più piccoli di fare udire la propria voce, quando le figure che dovrebbero prendersi cura di loro sono le prime ad alzare la voce e coprire con le proprie urla le parole di chi è più debole.
    "Matilda" è un chiario, meraviglioso, prezioso simbolo di come la cultura, la gentilezza, la propensione all'ascolto possano rivelarsi salvifici.
    Fra un vorticoso viaggio nei pilastri della letteratura inglese, in mezzo a salamandre e filastrocche per imparare a sillabare, fra telecinesi e nastri per
    le trecce, Roald Dahl riesce a parlare anche di violenza, della solitudine dei bambini che non hanno mai ricevuto in gesto d'affetto, di suicidio e di manipolazione emotiva. E lo fa sempre con un'eleganza e una disinvoltura uniche, restando sempre lieve, sempre limpido, sempre a portata della comprensione dei più piccoli.
    "Matilda" è davvero una piccola perla, un libro capace di scaldare dall'interno, un abbraccio che può rendere felici i lettori di tutte le età.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Jessamine For This Useful Post:



  • Discussioni simili

    1. Dahl, Roald - Le streghe
      Da GermanoDalcielo nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 05-14-2013, 10:28 PM
    2. Dahl, Roald - Il vicario, cari voi
      Da GermanoDalcielo nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 04-25-2013, 10:01 AM
    3. Dahl, Roald - Due racconti
      Da GermanoDalcielo nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 04-22-2013, 11:49 PM
    4. Dahl, Roald - Scrittore per bambini?
      Da elisa nel forum Autori
      Risposte: 16
      Ultimo messaggio: 07-28-2011, 09:18 AM
    5. Dahl, Roald - La fabbrica di cioccolato
      Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 04-16-2011, 02:46 AM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •