Alexander White alias Arthur Black è uno scrittore di successo e a 84 anni decide di racontare la sua storia.
Inizia così una vicenda che porterà Alexander dalla sua infanzia negli USA alle trincee della Grande Guerra fino ad un misterioso paesino dell'Inghilterra dove verrà a contatto con un mondo di streghe e le leggende dei " piccoli uomini ".
Un romanzo che mi è sembrato decisamente differente dai due preceenti che ho letto di Matheson, la storia è una sorta di fiaba di iniziazione del giovane Alexander che viene a contatto con l'amore e la morte.
Una storia meno horror quindi, ma cmq coinvolgente e a tratti divertente.
Consigliato