Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Grande seno, Fianchi larghi

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Mo Yan - Grande seno, Fianchi larghi

  1. #1

    Predefinito Mo Yan - Grande seno, Fianchi larghi

    Bisogna partire dalle parole dell'autore : "Di fatto io sono uno scrittore senza cultura, un contadino senza cultura. Quando non si ha cultura bisogna scrivere di ciò che si conosce. Mi piace raccontare storie. Fino ai miei vent’anni avevo letto sì e no venti libri. Avevo fatto solo cinque anni di elementari. Vivevo con i contadini e lavoravo con loro. Molti dei miei riferimenti sono racconti orali delle persone che avevo vicino."

    Grande seno, fianchi larghi, pubblicato in Cina nel 1992, è un colossale affresco della Cina rurale del XX secolo descritto attraverso storie su storie che si intrecciano come in una gigantesca narrazione orale.

    Lo scenario che fa da sfondo è ancora una volta il paesaggio naturale del distretto dello Shandong nel quale la tragica epopea familiare si esplica. Il ruolo di primo piano spetta alla coraggiosa, saggia e dura madre Shangguan Lu e alle otto figlie femmine, e viene corredata dalla vastissima carrellata di personaggi che ruotano attorno a questa famiglia, attraverso cui ci vengono mostrate le trasformazioni che intercorrono nell’arco di circa novantacinque anni, corrispondenti, alla durata della lunga vita della matriarca.

    L’altro protagonista è l'ultimo nato, il figlio maschio tanto atteso che tuttavia si rivelerà di carattere debole e afflitto da disordini psico-somatici che lo costringeranno a nutrirsi per molto tempo di solo latte materno, divenendo il simbolo della figura maschile fragile e bisognosa di quella donna tanto disprezata nella società cinese e invece vero fulcro della famiglia.

    Il giudizio sull’umanità che traspare da Grande seno è per lo più negativa, ben descrivendo meschinità, sopraffazioni e violenze di cui il genere umano si rende capace non risparmiandoci neanche stavolta particolari crudeli, alternando però la crudezza delle descrizioni realiste a parti quali in cui prevale un’atmosfera fiabesca. La prima parte è più romantica e leggendaria, la seconda più feroce e triste.
    La struttura non è totalmente lineare pur senza tutti i flashback di Sorgo rosso.

    Mo Yan è uno scrittore popolare paragonabile a un Charles Dickens catapultato in Cina, creatore di storie che dal piccolo villlaggio vogliono descrivere la grande storia cinese con le sua atrocità e miserie , senza dimenticare però la lezione di un Rushdie, Marquez o Calvino .

    Che dire, è un librone di 900 pagine fitte fitte e non nascondo una certa fatica nel leggerlo. Chiuso il libro però e passati un paio di giorni la mente torna spesso a rievocare le vicende della famiglia Shangguan come se quelle tristi vicende fossero entrate a far parte di te.

    Se vi è piaciuto Sorgo rosso immergetevi, con pazienza, in questo grande affresco.
    Ultima modifica di elisa; 06-21-2013 alle 03:02 PM. Motivo: format titolo

  2. #2

    Predefinito

    chissà cosa c'era che non andava nel titolo,

    l'ho copiato da qui http://www.forumlibri.com/forum/picc...rgo-rosso.html e questo non era editato

    siete proprio ridicoli

  3. #3
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18810
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    642
    Thanked in
    383 Posts

    Predefinito

    grazie della segnalazione, sicuramente mi era sfuggito, contenta di essermi resa ridicola per la mia dimenticanza

    stiamo inserendo gli autori asiatici che hanno nomi sillabici o bisillabici, cinesi e coreani in primis, nella modalità in cui vengono chiamati verbalmente, proprio per non ingenerare confusione.

Discussioni simili

  1. Roth, Philip - Il seno
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 03-07-2016, 05:56 PM
  2. La Grande Sfida
    Da elisa nel forum Tutto cinema
    Risposte: 51
    Ultimo messaggio: 10-28-2014, 04:50 PM
  3. Mo Yan - Sorgo rosso
    Da alessandra nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 08-19-2013, 10:19 AM
  4. LV Gruppo di lettura - Sorgo rosso di Mo Yan
    Da Minerva6 nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 83
    Ultimo messaggio: 03-08-2013, 07:38 PM
  5. Il grande Albertone
    Da ciak nel forum Tutto cinema
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 04-20-2010, 12:39 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •