Ambientato nella campagna boschiva norvegese nella seconda metÓ dell'800 il romanzo parla dell'amore che lega sin da bambino Johannes, il figlio del mugnaio, a Victoria, la figlia del castellano. Johannes studierÓ e diventerÓ uno scrittore famoso e continuerÓ a coltivare la speranza di poter amare Victoria, che ha con lui un comportamento contraddittorio che lo disorienta ma che ha una sua spiegazione che non Ŕ solo legata alla differenza di classe o alla mancanza d'amore.

Il romanzo del controverso premio Nobel norvegese, condannato alla fine della guerra per collaborazionismo con i nazisti di cui era un convinto sostenitore, Ŕ quasi un romanzo bucolico, senza echi di quella che poi sarÓ la piega che prenderÓ la sua scrittura. Nell'amore tra i due giovani Ŕ evidente l'autobiografia di se stesso e il contrasto tra quelle che sono le naturali aspirazioni dell'individuo che si scontrano con le aspettative sociali o famigliari che impediscono la sua realizzazione. Era il tema del periodo nei paesi nordici, l'emancipazione individuale soprattutto femminile, Hamsun di suo ci mette un determinismo un po' doloroso che impedisce la realizzazione delle proprie aspirazioni guardando in modo pessimistico il legittimo desiderio di riscatto dell'individuo.