Fonte trama:url=http://www.alfonsogariboldi.it/unlibroinquindicigiorni/211.html
Giovanni Dettore è professore di filosofia, non lontano dalla quarantina. Un brutto giorno (siamo nei primi anni settanta), molla insegnamento e famiglia per andare a lavorare in fabbrica in Calabria. Pochi mesi dopo, una volta resosi conto dell’amara realtà quotidiana in cui la forza lavoro operaia è immersa, aderisce a un gruppo di matrice marxista denominato “Nucleo Zero”, associazione che sorge come aggregazione comunista e anticapitalista, ma nel corso del tempo sborderà fatalmente nel terrorismo..........
-------------------------------------------
Un libro interessante, scorrevole a tratti triste e avvincente,ben fatta la descrizione fisica e caratteriale dei vari personaggi. In conclusione un buon libro da leggere.