Durante la notte di Halloween, un gruppo di ragazzini mascherati gira di casa in casa per raccogliere i dolci; all'improvviso si imbattono in una casa spettrale e apparentemente abbandonata dove scorgono una cosa fuori dal normale. Proprio in quel momento sta crescendo un gigantesco albero di zucche di Halloween che una ad una si accendono sotto una litania portata dal vento. Si rendono conto che uno di loro, Pipkin, manca all'appello e fanno la conoscenza di un misterioso personaggio che li accompagnerà in un viaggio per salvare il loro amico. Viaggeranno nel tempo inseguendo Pipkin e trovandosi di fronte varie culture ed il loro modo di affrontare e omaggiare la morte. Un racconto per ragazzi che si legge molto velocemente, per un Bradbury insolito ma efficace.