Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

La storia di un matrimonio

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Greer, Andrew Sean- La storia di un matrimonio

  1. #1
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    7120
    Thanks Thanks Given 
    94
    Thanks Thanks Received 
    180
    Thanked in
    135 Posts

    Predefinito Greer, Andrew Sean- La storia di un matrimonio

    Dalla quarta di copertina:

    "Crediamo tutti di conoscere le persone che amiamo": così Pearlie Cook comincia a raccontarci gli incredibili sei mesi che sono stati, per il suo matrimonio, una sorta di inesorabile lastra ai raggi X. Siamo nel 1953, in un quartiere appartato e nebbioso di ex militari ai margini di San Francisco, e tutto nella vita dei Cook parla ancora della guerra: la salute cagionevole di Holland, i ricordi tormentati di lei, le loro abitudini morigerate e un po' grigie. Una vita per il resto normalissima, come sottolinea la voce ammaliante di Pearlie - mentre la sua testa scoppia di pensieri che forse, via via che si disvelano, preferiremmo non ascoltare. Eppure li leggiamo con avidità, rassicurati dal fatto che lei, palesemente, ha intenzione di dirci proprio tutto. Perché, allora, ci sentiamo invadere da un'ansia arcana, da un senso di vertigine e di smarrimento, come davanti a certe atmosfere torve di Edgar Allan Poe? Non solo per il susseguirsi di colpi di scena che ci avvincono a ogni riga sino a condurci all'unico finale davvero imprevedibile. Non solo per l'uomo venuto dal passato, per la lettera che colpisce come un pugno, per i terribili segreti che si dischiudono a uno a uno... Sarà allora per la dolorosa lucidità con cui la narratrice riesce a indagare la distanza che separa ciascuno di noi dagli altri? O perché a ogni pagina ci chiediamo: come fa Pearlie a sapere tutte queste cose - di noi?

    Se dopo aver letto la quarta di copertina non siete ancora corsi a comprarlo non so cosa aggiungere
    A me è piaciuto molto, l'ho trovato scorrevole e accattivante.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


Discussioni simili

  1. Christie, Agatha - Il ritratto di Elsa Greer
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 09-06-2017, 07:14 PM
  2. Penn, Sean - Into the wild
    Da Fabio nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 05-26-2017, 10:59 PM
  3. Penn, Sean - Lupo solitario
    Da fabiog nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-05-2012, 11:05 PM
  4. Cunningham, S. Sean - Venerdì 13
    Da ayla nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-18-2009, 09:13 PM
  5. Greer, Andrew Sean - Le confessioni di Max Tivoli
    Da Darkay nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 01-23-2009, 04:55 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •