Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sar pi veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 9 123456789 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 133

Discussione: Poesia

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Milano-lago di Lecco
    Messaggi
    1133
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Poesia

    Poesie-della nostra infanzia-della nostra letteratura-letterature straniere.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1151
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Lentamente muore (P. Neruda)

    Lentamente muore
    chi diventa schiavo dell'abitudine,
    ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
    chi non cambia la marcia,
    chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
    chi non parla a chi non conosce.

    Muore lentamente chi evita una passione,
    chi preferisce il nero su bianco
    e i puntini sulle "i"
    piuttosto che un insieme di emozioni,
    proprio quelle
    che fanno brillare gli occhi,
    quelle che fanno
    di uno sbadiglio un sorriso,
    quelle che fanno battere il cuore
    davanti all'errore e ai sentimenti.
    Lentamente muore
    chi non capovolge il tavolo,
    chi e' infelice sul lavoro,
    chi non rischia la certezza
    per l'incertezza per inseguire un sogno,
    chi non si permette
    almeno una volta nella vita
    di fuggire ai consigli sensati.

    Lentamente muore chi non viaggia,
    chi non legge,
    chi non ascolta musica,
    chi non trova grazia in se stesso.
    Muore lentamente
    chi distrugge l'amor proprio,
    chi non si lascia aiutare;
    chi passa i giorni a lamentarsi
    della propria sfortuna o
    della pioggia incessante.

    Lentamente muore
    chi abbandona un progetto
    prima di iniziarlo,
    chi non fa domande
    sugli argomenti che non conosce,
    chi non risponde
    quando gli chiedono
    qualcosa che conosce.
    Evitiamo la morte a piccole dosi,
    ricordando sempre che essere vivo
    richiede uno sforzo
    di gran lunga maggiore
    del semplice fatto di respirare.
    Soltanto l'ardente pazienza porter*
    al raggiungimento
    di una splendida felicita'.

  3. #3
    Member
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    55
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    questa di Neruda semplicemente eccezionale

  4. #4

    Predefinito

    Solo perch l'ha letta Mastella in parlamento?

    Su wikipedia di questa poesia si dice che non sia di Neruda...
    Chi ne sa di pi?

    Citazione Originariamente scritto da gio84
    Lentamente muore (P. Neruda)

    Lentamente muore
    chi diventa schiavo dell'abitudine,
    ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
    chi non cambia la marcia,
    chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
    chi non parla a chi non conosce.

    Muore lentamente chi evita una passione,
    chi preferisce il nero su bianco
    e i puntini sulle "i"
    piuttosto che un insieme di emozioni,
    proprio quelle
    che fanno brillare gli occhi,
    quelle che fanno
    di uno sbadiglio un sorriso,
    quelle che fanno battere il cuore
    davanti all'errore e ai sentimenti.
    Lentamente muore
    chi non capovolge il tavolo,
    chi e' infelice sul lavoro,
    chi non rischia la certezza
    per l'incertezza per inseguire un sogno,
    chi non si permette
    almeno una volta nella vita
    di fuggire ai consigli sensati.

    Lentamente muore chi non viaggia,
    chi non legge,
    chi non ascolta musica,
    chi non trova grazia in se stesso.
    Muore lentamente
    chi distrugge l'amor proprio,
    chi non si lascia aiutare;
    chi passa i giorni a lamentarsi
    della propria sfortuna o
    della pioggia incessante.

    Lentamente muore
    chi abbandona un progetto
    prima di iniziarlo,
    chi non fa domande
    sugli argomenti che non conosce,
    chi non risponde
    quando gli chiedono
    qualcosa che conosce.
    Evitiamo la morte a piccole dosi,
    ricordando sempre che essere vivo
    richiede uno sforzo
    di gran lunga maggiore
    del semplice fatto di respirare.
    Soltanto l'ardente pazienza porter*
    al raggiungimento
    di una splendida felicita'.

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    2551
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Yobs
    Solo perch l'ha letta Mastella in parlamento?

    Su wikipedia di questa poesia si dice che non sia di Neruda...
    Chi ne sa di pi?
    E' possibile che le informazioni di wikipedia non siano sempre attendibili.. io purtroppo non ne so dii

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1151
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    non sapevo l'avesse letta mastella.
    non sapevo non fosse di Nerduda.
    mi sono documentata:

    Il testo della poesia di Martha Medeiros, giornalista e scrittrice brasiliana nata nel 1961.

  7. #7
    b
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Catania
    Messaggi
    2828
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    la littizzetto ne ha creata una versione esilarante a che tempo che fa

  8. #8
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    napoli
    Messaggi
    84
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Trovo stupenda questa poesia,nn sapevo nn fosse di Neruda,mi e' crollato un mito!!!!!!

  9. #9
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    napoli
    Messaggi
    84
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Inno alla vita

    La vita un'opportunit*, coglila.
    La vita bellezza, ammirala.
    La vita beatitudine, assaporala.
    La vita un sogno, fanne realt*.

    La vita una sfida, affrontala.
    La vita un dovere, compilo.
    La vita un gioco, giocalo.
    La vita preziosa, abbine cura.

    La vita ricchezza, valorizzala.
    La vita amore, vivilo.
    La vita un mistero, scoprilo.
    La vita promessa, adempila.

    La vita tristezza, superala.
    La via un inno, cantalo.
    La vita una lotta, accettala.
    La vita un'avventura, rischiala.

    La vita la vita, difendila.

    Madre Teresa di Calcutta

  10. #10
    b
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Catania
    Messaggi
    2828
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Come geloso,

    io soffro quattro volte:

    perché sono geloso,

    perché mi rimprovero di esserlo,

    perché temo che la mia gelosia

    finisca col ferire l'altro,

    perché mi lascio soggiogare

    da una banalit*:

    soffro di essere escluso,

    di essere aggressivo,

    di essere pazzo

    e di essere come tutti gli altri.

    © R. Barthes

  11. #11
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    napoli
    Messaggi
    84
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Per restare in tema su Pablo Neruda:

    CANTO DELLA TRISTEZZA

    Non resta che invocare il tuo nome, creatore della vita:
    soffro, ma tu soltanto sei nostro amico!
    Parliamo solo il tuo incantevole linguaggio,
    diciamo il perché della mia tristezza:
    Cerco la grazia dei tuoi fiori,
    l’allegria dei tuoi canti, i tuoi tesori.
    Dicono che in cielo vi sia gioia,
    vita e letizia: lì risuona il tamburo,
    il canto incessante e con esso si dissolvono
    il nostro pianto e la tristezza,
    nella sua casa dimora la vita… questo sanno i vostri cuori,
    oh principi

  12. #12
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    napoli
    Messaggi
    84
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Io so bene che dentro la mia stanza
    c' un amico invisibile,
    non si rivela con qualche movimento
    né parla per darmi una conferma.

    Non c' bisogno che io gli trovi posto:
    una cortesia pi conveniente
    l'ospitale intuizione
    della sua compagnia.

    La sola libert* che si concede
    di essere presente.
    Né io né lui violiamo con un suono
    l'integrit* di questa muta intesa.

    Non non potrei mai stancarmi di lui:
    sarebbe come se un atomo ad un tratto
    si annoiasse di stare sempre insieme
    agli innumerevoli elementi dello spazio.

    Ignoro se visti anche altri,
    se rimanga con loro oppure no.
    Ma il mio istinto lo sa riconoscere:
    il suo nome Immortalit*.
    Emily Dickinson

  13. #13
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    napoli
    Messaggi
    84
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    E' l'amore che essenziale (Pessoa)

    E' l'amore che essenziale.
    Il sesso solo un accidente.
    Pu essere uguale
    o differente.
    L'uomo non un animale
    una carne intelligente,
    anche se a volte malata

  14. #14
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    napoli
    Messaggi
    84
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Questa poesia l'ho letta x la prima volta a scuola,e' la prima ke mi ha colpito e mi ha fatto scoprire la mia passione x la poesia(penso ke ve ne siate accorti ke amo la poesia )

    Spesso il male di vivere ho incontrato (Montale)

    Spesso il male di vivere ho incontrato:
    era il rivo strozzato che gorgoglia,
    era l'incartocciarsi della foglia
    riarsa, era il cavallo stramazzato.
    Bene non seppi, fuori del prodigio
    che schiude la divina Indifferenza:
    era la statua nella sonnolenza
    del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato

  15. #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Milano-lago di Lecco
    Messaggi
    1133
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ma ragazzi,rispolveriamo questi fantastici capolavori,non lasciamoli impolverati nell'oblio delle nostre librerie.CHE BELLO CHE BELLO
    Chicca.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Ungaretti, Giuseppe - Stasera
    Da zaratia nel forum Poesia
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 01-18-2014, 10:22 PM
  2. Sezione poesia?
    Da zaratia nel forum Pagine di servizio
    Risposte: 40
    Ultimo messaggio: 10-27-2007, 04:56 PM
  3. Szymborska, Wislawa - Amore a Prima Vista
    Da pokypoky nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-24-2007, 03:10 PM
  4. Achmatova, Anna - Ultimo Brindisi
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-22-2007, 11:59 PM
  5. Salvia, Beppe - da "Un Solitario Amore"
    Da zaratia nel forum Poesia
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 07-25-2007, 12:20 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •