Libro musicale come il film. Uno dei rari casi in cui il film non demerita, anzi direi superiore al romanzo. Ma forse incide la regia dell'immenso Alan Parker e la furbizia di Roddy Doyle che ha scritto un libro come fosse una sceneggiatura.
La voce di Deco, la violenza di Mikah, la pacatezza di Joey The lips Fagan, la bellezza di Imelda, i sogni di Jimmy. La scrittura soul di Doyle e la Dublino investita in pieno dal fenomeno U2 rendono questo piccolo libro un divertente passatempo.

Night train passando per Matera, raggiungendo Bari e toccando il Principato Ultra.