Non è un romanzo, ma piuttosto la biografia (veloce) di 16 donne dell' 800, avevano tutte in comune un'infanzia povera, poverissima...storie di maltrattamenti di baby prostituzione e una gran voglia di riscatto da tutto questo. Si direbbe quasi che l'Europa all'epoca fosse in mano alle donne, i loro salotti ospitavano tutti i " papaveri " del tempo, imperatori compresi...e tra le righe si viene a conoscere aneddoti riguardanti famosi scrittori, pittori,musicisti quali Baudelaire,Hugo, Dumas padre e figlio,Flaubert, da Liszt a Rossini, Manet. Hanno avuto immense ricchezze e potere da giovani, erano dotate di grande bellezza, di spirito vivace, di grande libertà, la loro vita era un teatro e loro delle grandi attrici, sicuramente. Purtroppo ,dopo i fasti della giovinezza, in comune hanno avuto anche la fine, tutte grandi dissipatrici di patrimoni, sono finite per lo più povere e abbandonate da tutti...qualcuna non è diventata vecchia, mi hanno ispirato comunque una grande simpatia e anche un pò di tristezza.