Questo racconto che ho letto fa parte della solita edizione de Il sole 24 ore.

Ho deciso di leggerlo spinta da un altra opera di Diderot che mi piacque molto, Jacques il fatalista e il suo padrone.
Entrambi sono stati pubblicati postumi, questo racconto nel 1875, è definito blu, ossia di contenuto erotico o eversivo ed è considerato un'allegoria sagace sui vizi del potere.

La storia (che è ambientata in Cina) viene raccontata in sette sera da 2 emiri e 2 donne ad una sultana per farla addormentare.
Anche se poi lei si fa prendere dall'interesse, interviene spesso e quindi si prolunga il suo tempo da sveglia .

LA SULTANA Non ci sono peggiori addormentate di quelle che non vogliono svegliarsi, né peggiori sveglie di quelle che non vogliono addormentarsi.


E' di matrice fantastica e surreale, sullo stile della Trilogia degli antenati di Calvino.
Piacevole da leggere per la sua brevità e la capacità dell'autore di agganciare tanti personaggi l'uno all'altro.