Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Gatto e topo

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Grass, Gunter - Gatto e topo

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2300
    Thanks Thanks Given 
    35
    Thanks Thanks Received 
    163
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito Grass, Gunter - Gatto e topo

    Questo libro fa parte della Trilogia di Danzica e narra la storia di Joachim Mahlke, un ragazzino diverso dagli altri, non solo per la sua forte Fede nella Vergine (ma non in Dio), quanto soprattutto perché dotato di un particolare fisico che gli attira gli sguardi di tutti: un pomo d'Adamo, tanto grosso da sembrare un vispo ed agitato topo. Come già nel primo libro della Trilogia - Il tamburo di latta - anche in questo libro, Grass esprime le sue idee soprattutto tramite simboli. Il gatto, del titolo, rappresenta, infatti, la società, ed il suo tentativo di afferrare il topo (pomo d'Adamo) rappresenta il tentativo della massa di assimilare, fagocitare e annullare ogni elemento di diversità. Io penso che dietro la figura del gatto non si debba vedere genericamente la società, ma, specificatamente, la "società nazista" ed il suo tentativo di "annientare" l'individualità e a maggior ragione la diversità.
    Forse proprio per sottolineare una sorta di legame, o di "continuazione" ideale con Il tamburo di latta, anche in questo libro compaiono simboli già presenti in quello, ad esempio le cipolle, che torneranno anche in altri libri di Grass, nonché un bambino che suona ossessivamente un tamburo di latta.
    Il finale, devo dire, mi ha lasciata alquanto perplessa.
    Ultima modifica di bouvard; 02-26-2014 alle 08:04 PM.

  2. #2
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2231
    Thanks Thanks Given 
    344
    Thanks Thanks Received 
    222
    Thanked in
    143 Posts

    Predefinito

    Ho comprato questo libro per caso, non avevo mai letto niente di G.Grass.
    L'ho trovato scorrevole e curioso sebbene non ne ho tratto riflessioni così acute; sicuramente meglio farlo precedere dal Tamburo di Latta.

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Kanyakumari
    Messaggi
    2227
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    anch'io ho trovato questo libro per caso ed è il primo che leggo dell'autore, ma non so perchè, non l'ho trovato molto scorrevole, anzi... continuavo a incepparmi e mi riusciva difficile rimanere concentrata.
    Di per sè la struttura è piuttosto semplice, ma forse il flusso psicologico del protagonista si perde un po' troppo spesso in ricordi o si concentra su dettagli a mio parere meno pregnanti rispetto ad altri di cui vorrei sapere di più....
    Il finale ha lasciato perplessa anche me...

    ma Il tamburo di latta è scritto allo stesso modo?

  4. #4
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18790
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    229
    Thanks Thanks Received 
    621
    Thanked in
    368 Posts

    Predefinito

    Storia di un "soccombente", uno dei tanti nel regime nazista, in piena seconda guerra mondiale, in Polonia, a Danzica. L'eterna lotta tra l'individuo e la società, tra il gatto e il topo, tra un adolescente che cerca di farsi strada con i suoi talenti e le sue difficoltà e una realtà umana che lo schiaccia, lo svilisce, lo umilia. Il protagonista è un "ribelle devoto alla Madonna" che nonostante un evidente difetto fisico riesce a costruirsi una reputazione tra i suoi compagni perché ha l'impavido coraggio che altri non hanno. E' un romanzo di formazione che non può che finire così com'è finito, in una società senza sbocchi anche chi non vuole adeguarsi ad essa non ne ha. Gunter Grass declina in modo affascinante il realismo magico alla tedesca, non può stare alla pari di Il tamburo di latte ma aggiunge qualcosa ad esso.

Discussioni simili

  1. Grass, Gunter - Il tamburo di latta
    Da fernycip nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 06-16-2016, 08:49 AM
  2. 78° Minigruppo - Il tamburo di latta di Gunter Grass
    Da elisa nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 85
    Ultimo messaggio: 08-29-2013, 10:44 PM
  3. Sepúlveda, Luis - Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico
    Da GermanoDalcielo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-16-2013, 02:40 PM
  4. Grass, Gunter - Sbucciando la cipolla
    Da Nikki nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 06-10-2009, 09:50 PM
  5. Patterson, James - Gatto & Topo
    Da Blueberry nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-13-2008, 11:42 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •