Agli appassionati di investigazioni un po' particolari (e non solo) consiglio assolutamente Il Principe Zaleski di Matthew Phipps Shiel (Sellerio, 1986), originale variante della forma poliziesca nella quale si sono cimentati molti scrittori del periodo. Detective fin-de-siècle, risposta alternativa a Holmes, Zaleski vive completamente isolato nella sua magione in compagnia del suo servitore e, annoiato, si dedica a risolvere i casi più intricati senza muoversi dalla sua pazzesca stanza-studio, circondato da una bizzarra collezione di oggetti d'arte e testimonianze di civiltà antiche, facendo solo uso della sua straordinaria erudizione. Tre racconti brevi intrisi di decadentismo estetizzante, assolutamente sorprendenti e consigliati.