Yumiko e Shoichi sono due cugini e le loro madri erano sorelle gemelle. Quando erano bambini erano molto legati, ma crescendo si sono persi di vista ed entrambi hanno avuto eventi molto tristio.
Shoichi, seguendo le ultime volontà della madre,cerca Yumiko per prendersi cura di lei. Lei orfana di entrambi i genitori ora è affetta da una grave forma di amnesia. Yumiko trascina la sua esistenza in un mondo tutto suo, isolata dalla realtà che la circonda. Shoichi riesce aiutarla a recuperare la memoria ed i ricordi riaffiorano con tutti gli eventi tragici che lei aveva rimosso . E' un feroce omicidio che sua madre aveva compiuto che aveva sconvolto la sua vita e quella di altre persone. Dopo aver rievocato questo trauma, il percorso compiuto da Yumiko alla scoperta del suo passato diventa più facile.....

La cosa più bella del romanzo rimane per me, come sua caratteristica , sono i dettagli delle delle sensazioni che passano sulla pelle della sua protagonista.Riuscire a tornare ai tempi dell’infanzia ed un'assaporare nel suo presente così provvisiorio delle piccole cose buone di quanto la circonda. Un modo di vedere le cose ed il modo dallo sguardo di un'eterma bambina .