Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

 Warm Bodies

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Marion, Isaac - Warm Bodies

  1. #1
    Outsider is better
    Data registrazione
    Mar 2013
    Località
    Udine
    Messaggi
    388
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Marion, Isaac - Warm Bodies

    R è un ragazzo in piena crisi esistenziale: è uno zombie. Non ha ricordi né identità, non gli batte più il cuore e non sente il sapore dei cibi, ma nutre molti sogni. La sua capacità di comunicare col mondo è ridotta a poche, stentate sillabe, ma dentro di lui sopravvive un intero universo di emozioni. Un universo pieno di stupore, di nostalgia. Un giorno, mentre ne divora il cervello, R assaggia i ricordi di un ragazzo. Di lì a poco, per lui cambierà ogni cosa; intreccia una relazione con la ragazza della sua vittima, Julie, e sarà per lui un’esplosione di colori nel paesaggio grigio e monotono che lo circonda. Perché l’amore per lei lo trasformerà in un uomo (e in un morto) diverso, più combattivo e consapevole. Di qui avrà inizio una guerra feroce contro i suoi compagni d’un tempo, e una rinascita, le cui conseguenze saranno del tutto inimmaginabili…

    Certo, i "puristi" dei classici zombie potrebbero pensare a Warm Bodies come un libro parodia, che inficia e ridicolizza la creatura horror per eccellenza. Tuttavia, non essendo mai stato scritto prima d'ora un libro dal punto di vista di uno zombie ed essendo quelli di Marion proprio le classiche creature che ritroviamo anche nei vari film e telefilm zombeschi-ciondolanti, cannibali, catatonici e visibilmente in stato di decomposizione-chi può davvero affermare che nei cervelli quasi morti degli zombie non passi nemmeno un pensiero? E' bene dire che R non è lo stereotipo su cui Marion ha costruito la figura dei propri zombie, anzi è proprio il contrario.
    Invito tutti a superare i propri preguidizi dunque, e a riflettere sul fatto che il cambiamento è alla base dell'essere vivi e non tutte le "rivisitazioni" in chiave moderna di classiche figure fantastiche sono sempre negative.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


Discussioni simili

  1. Vandelli, Vittorio - A day of warm rain in heaven
    Da Nikki nel forum Albumeroteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-26-2009, 12:26 AM
  2. Zimmer Bradley Marion - Le nebbie di Avalon
    Da fabpatr nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-24-2009, 12:03 PM
  3. Zimmer Bradley, Marion - Streghe guerriere
    Da mìmir nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-27-2009, 05:54 AM
  4. Zimmer Bradley, Marion - L'Erede
    Da ayla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 10-29-2008, 12:45 AM
  5. Zimmer Bradley, Marion - La Torcia
    Da fenicemidian nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 08-22-2008, 08:13 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •