Secondo romanzo appartenente al ciclo del Nuovo Messico dopo “La mia ragazza di Magdalena” .
Roy Vegas , dopo aver combattuto la seconda guerra mondiale in Italia, torna nel suo paese di origine e compra una segheria. Innamoratosi della bellissima india Rossa, della tribù dei Laguna, dovrà lottare contro tutto e tutti per difendere il suo amore e la sua libertà in un paese bigotto e razzista.
Anche se spesso qualche ingenuità stilistica di troppo mi faceva stentare a credere che stessi leggendo il mio amato Scerbanenco, la trama è avvincente, piena di rocambolesche avventure, ricatti, e colpi di scena che me lo hanno fatto divorare in pochi giorni ( specie dopo l’insostenibile pesantezza del leggere di Proust ).
Voto: 3/5