Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Sei come sei

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Mazzucco, Melania G. - Sei come sei

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    2119
    Thanks Thanks Given 
    210
    Thanks Thanks Received 
    228
    Thanked in
    133 Posts

    Predefinito Mazzucco, Melania G. - Sei come sei

    Sul treno per Roma c'è una ragazzina. Sola e in fuga, dopo un violento litigio con i compagni di classe. Fiera e orgogliosa, Eva legge tanti libri e ha il dono di saper raccontare storie: ha appena undici anni, ma già conosce il dolore e l'abbandono. Giose è stato una meteora della musica punk-rock degli anni Ottanta, poi si è innamorato di Christian, giovane professore di latino: Eva è la loro figlia. Padre esuberante e affettuoso, ha rinunciato a cantare per starle accanto, ma la morte improvvisa di Christian ha mandato in frantumi la loro famiglia. Giose non è stato ritenuto un tutore adeguato, e si è rintanato in un casale sugli Appennini. Eva è stata affidata allo zio e si è trasferita a Milano. Non si vedono da tempo. Non hanno mai smesso di cercarsi. Con Giose, Eva risalirà l'Italia in un viaggio nel quale scoprirà molto su se stessa, sui suoi due padri, sui sentimenti che uniscono le persone al di là dei ruoli e delle leggi, e sulla storia meravigliosa cui deve la vita. Drammatico e divertente, veloce come un romanzo d'avventura, "Sei come sei" narra con grazia, commozione e tenerezza l'amore tra un padre e una figlia, diversi da tutti e a tutti uguali, in cui ciascuno di noi potrà riconoscersi.

    Libro controverso, che ha ricevuto varie accuse non tanto per l'argomento in sè (lasciamo ad altri la querelle se fosse giusto e meno adottarlo come testo di lettura in un liceo), quanto perchè:
    - si dice che argomenti da "cassetta" come questo dovrebbero essere lasciati a scrittori di minor talento. Secondo me invece non è necessario che uno scrittore di talento (e la Mazzucco lo è inevitabilmente) scelga sempre temi di nicchia, può e deve cimentarsi anche con temi di moda.
    - si dice che c'è una visione troppo idealizzata della società italiana, che sembra molto più matura di quel che è. Può essere.

    Il libro non è un capolavoro, ma lo diventa se confrontato con Splendore della Mazzantini (altro romanzo recente che tratta il tema dell'omosessualità).
    Non ha l'intensità di "Vita" (che ho letto) o di "Limbo" (che non ho letto), ma è una storia bella, credibile (abbastanza), con personaggi molto ben tratteggiati, con una sua cadenza narrativa che ha solo poche pause. Anche ben strutturata, perchè il passato non è raccontato in modo lineare ed asettico, ma attraverso ricordi e riflessioni. Al punto che si impiega un po' a mettere insieme i personaggi e le tessere del puzzle (ed in questo la 4° di copertina aiuta anche troppo).

    A me è piaciuto e si merita un 4/5.

  2. #2
    Scimmia ballerina
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3071
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    40
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    In wishlist!

  3. #3
    Scimmia ballerina
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3071
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    40
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    Che delusione.
    Io non capisco come possa essere pubblicato un libro scritto con un italiano così pietoso.
    Credeva che ogni essere vivente ABBIA una funzione nell'universo. (pagina 56)
    Adesso spiegatemi, al di là di ogni regola grammaticale, come non ci si possa accorgere della sgradevolezza prodotta da questa frase all'occhio/orecchio del lettore. Non si può sentire.
    Vogliamo parlare dell'uso insensato del signor trattino - ? ("Non è importante il numero – è solo un segno." Ma santa pazienza, fa così schifo una virgola?
    Spiegatemi poi come sia possibile che una ragazzina tanto dotta, intelligente e saputella utilizzi sempre l'indicativo al posto del congiuntivo nei discorsi diretti?
    Posso capire che l'autrice scelga di non far usare il congiuntivo alla nonna di turno, ma non ad una ragazzina che viene dipinta in tutto il libro come 'precoce dall'intelligenza non comune'.

    Ad essere sinceri, la trama e l'intreccio non sono male. Tuttavia l'autrice banalizza troppo le situazioni, rendendole spesso irreali e macchinose. I viaggi in Armenia sono assurdi. Figuriamoci se una coppia composta da un ricercatore universitario e da un musicista fallito ha così tanti soldi per 'affittare l'utero' e fare tutti quei viaggi in Armenia come se dovessero fare Roma-Chieti. Non si può trattare un argomento tanto delicato con così tanta superficialità.
    Oltretutto, la signora Mazzucco si è presa un sacco di polemiche per aver descritto una scena omosessuale in maniera veramente squallida. Al posto di descrivere pompini adolescenziali negli spogliatoi, avrebbe potuto descrivere una scena di amore/sesso tra i due genitori protagonisti del libro.

    Vabbè, insomma.
    Lasciate perdere.

  4. #4

    Predefinito Lei così amata

    Io ho trovato molto più profondo un altro libro della Mazzucco, "Lei così amata" che racconta la sofferta e tragica vita di Annemarie Schwarzenbach che fu scrittrice, archeologa, fotografa, giornalista; una donna colta, raffinata e bellissima, che «sembrava incarnare tutta la storia d'Europa». Figlia di un ricco industriale zurighese, avrebbe potuto godere di un'esistenza agiata e comoda; per essere fedele a se stessa, invece, scelse una vita irregolare e scandalosa, sempre in fuga, sempre in viaggio, dalla Persia agli Stati Uniti fino in Congo, alla ricerca di «nient'altro che se stessa».

Discussioni simili

  1. Mazzucco, Melania - Vita
    Da cjale nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 06-26-2015, 09:46 PM
  2. Mazzucco, Melania - Un giorno perfetto.
    Da sardina nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 08-28-2014, 02:48 PM
  3. AA. VV. - Sei come sei
    Da Minerva6 nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-13-2013, 02:30 PM
  4. Mazzucco, Melania - La lunga attesa dell'angelo
    Da Palmaria nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 05-26-2011, 03:50 PM
  5. Mazzucco, Melania G. - Il bacio della Medusa
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-25-2010, 07:28 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •