Un saggio, ormai fuori catalogo, che raccoglie lettere di alcuni soldati caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Speranze, sogni e paure di giovani ragazzi che di combattere non ne volevano sapere.

Un libro stupendo,ma triste.