Coco Swan ha un problema con il proprio nome. Non che non lo ami, tutt’altro ma la fa sentire a disagio. È convinta che con un nome così la gente si aspetti qualcosa di speciale, che in qualche modo anche lei debba essere glamour e audace come la famosa stilista francese. E invece Coco è una modesta antiquaria in una piccola città di provincia. Mai un azzardo, un rischio: se esistesse l’Oscar per la prudenza se lo aggiudicherebbe a mani basse.
Finché un giorno, a caccia di rarità vintage, Coco si imbatte in un introvabile modello Chanel e da quel momento il suo tranquillo tran-tran verrà stravolto. Nella fodera della borsa, infatti, si nasconde una vecchia lettera d’amore: le vite e le passioni raccontate in quel foglio ingiallito fanno scattare in Coco la curiosità e il desiderio di ricostruire quel passato misterioso. E sarà proprio grazie a questa goffa, assurda e comica ricerca che Coco troverà il coraggio per essere la donna che aveva sempre desiderato essere. Senza più paura di vivere, davvero.

Da Amazon

Ho comprato questo libro credendo di imbattermi in una "scemata" senza pretese e divertente in stile Sophie Kinsella e invece mi sono trovata a leggere una favola delicata e romantica, con qualche elemento di pura "fiction", come è giusto che sia in una favola (chi è che nel mondo reale molla una Chanel 2.55 vintage, autentica e dal valore inestimabile in un baule di chincaglierie nella speranza che qualcuno la trovi??? ) e con tanto di apparizione del vero Principe Azzurro sul finale, non è sul cavallo bianco ma è ugualmente l'uomo che tutte sognano di incontrare e happy ending che fa scendere una lacrimuccia. Una lettura piacevole. Lo consiglio a chi ha voglia di un attimo di pausa distensiva in cui sognare un po', che fa sempre bene e non costa nulla.
Voto 4/5