Da una giovane brunetta ebrea cicciona, leggermente handicappata e con un naso enorme, Miss Rona ricrea se stessa e diventa una celebrità, una bionda superstar che i più grandi sex symbols hollywoodiani implorano affinché lei permetta loro di penetrarla, anche solo un centimetro ("'An inch, Rona. Please, just let me put it in one inch!'")

Miss Rona ci racconta quanto sia stato difficile trasformarsi.
Mettere da parte 2000 dollari per l'intervento di chirurgia plastica al naso, il sangue la sofferenza dell'operazione.
La dolorosissima e lunga terapia per il suo handicap muscolare.
L'invidia di Hollywood dove circola la voce (ovviamente infondata) che Miss Rona sia lesbica.
Essere lasciata dal fidanzato dopo undici anni.
Il tentato suicidio con le pillole.
Tutto ciò prima di diventare una star, una semi-divinità, prima del 1974, quando scrisse questo stupendo e prezioso libro.

Miss Rona dice che non c'è niente di schifoso in questo mondo.

Miss Rona dice che l'unico modo per trovare la vere felicità è rischiare di essere tagliati, aperti e ricuciti da capo.

Grazie Miss Rona, ci hai insegnato molto.