Quindici le novelle inserite in questa raccolta, e precisamente:
1. Scialle nero (1904)
2. Prima notte (1900)
3. Il «fumo» (1904)
4. Il tabernacolo (1903)
5. Difesa del Mèola** (1909)
6. I fortunati** (1911)
7. Visto che non piove...** (1915)
8. Formalità (1904)
9. Il ventaglino (1903)
10. E due! (1901)
11. Amicissimi (1902)
12. Se... (1894)
13. Rimedio: la Geografia (1920)
14. Risposta (1912)
15. Il pipistrello (1920)

Difficile individuare un filo conduttore che unisca le novelle, che in realtà offrono una panoramica abbastanza completa delle tematiche care all'autore, come il rapporto maschera-realtà (Il pipistrello), la disillusione e lo smarrimento di identità (Se...; Risposta); la ricerca di una consolazione nella rinuncia alla propria identità (Rimedio: la geografia); la coerenza e la dirittura morale smascherate dalla realtà (Scialle nero; La toccatina); il senso di straniamento (Amicissimi; Il tabernacolo).
Da leggere nonostante la vena amara che percorre tutte le novelle, da conoscere perché dietro ogni racconto sta il sorriso sornione dell'autore, che un po' ci prende gusto, a tormentare i suoi personaggi, un po' si commuove, un po' sta anche lui a far da spettatore e a vedere come finirà.
Da leggere perché Pirandello è Pirandello, un grande della nostra letteratura.