Questo racconto, apparso nel 1875, fa parte della produzione più matura dell'autore.

La storia ruota attorno ad un orologio che viene donato ad uno dei 2 giovani protagonisti e che entrambi cercano di eliminare, ma che ogni volta ricompare nella loro vita dando spunto per le vicende che vengono narrate dal proprietario dell'orologio.
Questi nel 1801 aveva 17 anni e viveva col padre, la zia e il cugino (l'altro protagonista)...

E' scritto con un ritmo avvincente ed appassionante, soprattutto per il legame di stretta amicizia che lega i due giovani.

Lo consiglio!