Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 11 di 12 PrimoPrimo 123456789101112 UltimoUltimo
Mostra risultati da 151 a 165 di 169

Discussione: Caparco, Enrichetta - Tracce Invisibili di Universi Paralleli

  1. #151

    Predefinito Grazie CoCo

    Caro Coco,
    Crazie di cuore!

    Posso dire che sono talmente appassionata all'argomento che ho cercato - prima con la rappresentazione teatrale e poi con il fumetto- un'avvntura appena cominciata e che mi appassiona:spiegare il succo di 580 pagine che pochi devo dire avevano capito.
    Al fumetto seconda puntata
    Cordialmente

    Enriquez

  2. #152
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2649
    Thanks Thanks Given 
    260
    Thanks Thanks Received 
    167
    Thanked in
    106 Posts

    Predefinito

    Anch'io voglio vedere la trasposizione!mi sembra davvero bello!

  3. #153

    Predefinito 2 puntata del fumetto.

    Citazione Originariamente scritto da wolverine Vedi messaggio
    Anch'io voglio vedere la trasposizione!mi sembra davvero bello!
    caro Wolwìverine,
    Scusa il ritardo, grazie! la seconda puntata dovrebbe essere on line a fine mese. A risentirci

    Enriquez ovvero Enrichetta Caparco

  4. #154

    Predefinito

    Cari amici tutti,
    e per tutti intendo non solo chi mi ha risposto più di una volta, in bene e in male, ma anche chi legge e tace.
    EbbeneIntendo oggi farvi partecipi di una recensione illustre. Ecco che cosa pensa del mio romanzo il professor Melchiorre Masali


    "Tracce invisibili di Universi Paralleli"
    Forse il Tempo, il Mondo, il Corpo , la Mente, il Cuore e l'Anima non sono che metafore del Bosone di Higgs o di un Quark Incantato o Aggrovigliato (Entangled). Tutto sembra reale e presente, ma è dietro allo specchio di Alice che lì può succedere di tutto. Mi fa pensare a "Las Meninas" di Velasquesz… il quadro vero che sta dipingendo,"Felipe IV y Mariana de Austria", si intravede solo nello specchio sulla parete di fondo e forse non è mai stato dipinto come tale, ma compare nei Musei in varie versioni, con il re a destra o a sinistra delle regina… ma qual è la coincidenza nello spazo-tempo? E, chissà, l'immaginifico Maestro della Corte di Castiglia e d'Aragona fronteggia un'anticipazione di quei "Multiversi" che Enrichetta Caparco vive come Autrice, anzi, per la precisone degli eventi e la tensione emotiva, direi, quasi un'autobiografia, seguendo le tracce invisibili di quegli Universi Paralleli nei quali si sposta trascinando l' affascinato esausto Lettore nei meandri di cose da intuire! (Enrichetta Caparco "Tracce invisibili di Universi Paralleli" Roma, 2013 Albatros ISBN 978-88-567-6747-6 / "Tracce invisibili", adattamento teatrale dal romanzo "Tracce invisibili di universi paralleli" di Enrichetta Caparco, presso Alta luce Teatro - Alzaia Naviglio Grande, 192 - Milano).
    Ma come Carlotta, la protagonista, si muove tra gli Universi? Wormholes, Buchi neri, Voli pindarici, memorie parallele? In questi giorni stavo analizzano con mio cugino Giulio i ricordi di famiglia sull'occupazione nazista dell'Isola di Jersey (Isole Normanne o "Channel Islands"), lui è nato lì, io, ragazzino, ero rientrato in Italia nel 1941: i ricordi degli eventi sono praticamente gli stessi, ma… tutto è leggermente diverso, comprese le imprese del gatto Muzzy (…ci mancava dopo Paradosso del Gatto di Schrödinger!).
    Alla fine del film di Indiana Jones l'Arca è inscatolata, inventariata, e conservata in un magazzino immenso: questa è la premessa per "Warehouse 13", un serial americano che è un mix di scienza, occultismo, avventura, e sorprendenti rivelazioni. Nel bel mezzo del nulla, negli Stati Uniti d'America, c'è l'ingresso al Magazzino 13 ( ce ne sarebbero almeno 13 dall'Antico Egitto) mezzo sepolto nel fianco di una collina, è molto più grande all'interno che all'esterno. Qui il protagonista raccoglie, disinnesca e archivia oggetti con poteri occulti ed extra-scientifici. L'obiettivo è quello di rimuovere questi oggetti da luoghi in cui i comuni mortali li possono incontrare ed essere danneggiati da loro. Ci ricorda un po' il Fedro di Platone, l’affascinante luogo chiamato Iperuranio: è ciò che va al di là del cielo, in cui si trovano a dimorare le idee, quelle immutabili nella loro perfezione, tangibili solo dall’intelletto; una dimensione spirituale e metafisica, senza spazio e senza tempo.
    A cosa servono le idee nell’Iperuranio? Sono necessarie all’esistenza delle cose in un rapporto di mimesi e di metessi. E' forse quel che ha luogo nella nostra storia: le situazioni sono estrinseche agli eventi, Marek è anche Paolo "cisacun episodio è prodotto da legami nascosti", la tracce invisibili" che tuttavia convergono nel "fulcro del Cono Temporale". …ma scendiamo nel nostro Universo, o meglio "Multiverso Statistico", proviamo con la "statistica del pollo": che probabilità ho di mangiare i due polli di Epulone (o magari uno solo!) se sono un poveraccio? …probabilmente quasi nulla, mentre lui sarà sazio della sua unica occasione.. perché avrà ormai sprecato suo en plain!
    Forse è molto più semplice, Carlotta si muove fra culture diverse: siamo nella Torino della Fiat, richiamata con la precisione d'un cartone animato giapponese sul Libro Cuore degli anni della TV in bianco e nero (…non ve lo ricordate, eravate troppo piccoli: si riconoscevano perfino le targhe delle strade…) per chi è torinese da una vita, anche se immigrato, riconoscere i luoghi è essenziale ache per capire come la città si è trasformata, le culture si sono amalgamate e reciprocamente acculturate. Quel che in Sicilia era oltraggio mortale qui diventa argomento da giureconsulti, tuttavia ciscuno porta con sé il retaggio delle proprie origini. "caelum non animum mutant qui mare currunt" o Universi Paralleli? Un'ocasione, sicuramente, per sperimentare una libera navigazione del pensiero fuori dalle coercizioni di Internet dietro lo specchio di Alice.


    Melchiorre Masali
    Professore Ordinario in quiescenza.
    Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell'Università di Torino.
    Laboratorio di Antropologia fisica ed Ergonomia.
    Via dell'Accademia Albertina, 17
    TORINO

  5. #155
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Lightbulb

    Citazione Originariamente scritto da Enriquez Vedi messaggio
    Cari amici tutti,
    e per tutti intendo non solo chi mi ha risposto più di una volta, in bene e in male, ma anche chi legge e tace.
    EbbeneIntendo oggi farvi partecipi di una recensione illustre. Ecco che cosa pensa del mio romanzo il professor Melchiorre Masali


    "Tracce invisibili di Universi Paralleli"
    Forse il Tempo, il Mondo, il Corpo , la Mente, il Cuore e l'Anima non sono che metafore del Bosone di Higgs o di un Quark Incantato o Aggrovigliato (Entangled). Tutto sembra reale e presente, ma è dietro allo specchio di Alice che lì può succedere di tutto. Mi fa pensare a "Las Meninas" di Velasquesz… il quadro vero che sta dipingendo,"Felipe IV y Mariana de Austria", si intravede solo nello specchio sulla parete di fondo e forse non è mai stato dipinto come tale, ma compare nei Musei in varie versioni, con il re a destra o a sinistra delle regina… ma qual è la coincidenza nello spazo-tempo? E, chissà, l'immaginifico Maestro della Corte di Castiglia e d'Aragona fronteggia un'anticipazione di quei "Multiversi" che Enrichetta Caparco vive come Autrice, anzi, per la precisone degli eventi e la tensione emotiva, direi, quasi un'autobiografia, seguendo le tracce invisibili di quegli Universi Paralleli nei quali si sposta trascinando l' affascinato esausto Lettore nei meandri di cose da intuire! (Enrichetta Caparco "Tracce invisibili di Universi Paralleli" Roma, 2013 Albatros ISBN 978-88-567-6747-6 / "Tracce invisibili", adattamento teatrale dal romanzo "Tracce invisibili di universi paralleli" di Enrichetta Caparco, presso Alta luce Teatro - Alzaia Naviglio Grande, 192 - Milano).
    Ma come Carlotta, la protagonista, si muove tra gli Universi? Wormholes, Buchi neri, Voli pindarici, memorie parallele? In questi giorni stavo analizzano con mio cugino Giulio i ricordi di famiglia sull'occupazione nazista dell'Isola di Jersey (Isole Normanne o "Channel Islands"), lui è nato lì, io, ragazzino, ero rientrato in Italia nel 1941: i ricordi degli eventi sono praticamente gli stessi, ma… tutto è leggermente diverso, comprese le imprese del gatto Muzzy (…ci mancava dopo Paradosso del Gatto di Schrödinger!).
    Alla fine del film di Indiana Jones l'Arca è inscatolata, inventariata, e conservata in un magazzino immenso: questa è la premessa per "Warehouse 13", un serial americano che è un mix di scienza, occultismo, avventura, e sorprendenti rivelazioni. Nel bel mezzo del nulla, negli Stati Uniti d'America, c'è l'ingresso al Magazzino 13 ( ce ne sarebbero almeno 13 dall'Antico Egitto) mezzo sepolto nel fianco di una collina, è molto più grande all'interno che all'esterno. Qui il protagonista raccoglie, disinnesca e archivia oggetti con poteri occulti ed extra-scientifici. L'obiettivo è quello di rimuovere questi oggetti da luoghi in cui i comuni mortali li possono incontrare ed essere danneggiati da loro. Ci ricorda un po' il Fedro di Platone, l’affascinante luogo chiamato Iperuranio: è ciò che va al di là del cielo, in cui si trovano a dimorare le idee, quelle immutabili nella loro perfezione, tangibili solo dall’intelletto; una dimensione spirituale e metafisica, senza spazio e senza tempo.
    A cosa servono le idee nell’Iperuranio? Sono necessarie all’esistenza delle cose in un rapporto di mimesi e di metessi. E' forse quel che ha luogo nella nostra storia: le situazioni sono estrinseche agli eventi, Marek è anche Paolo "cisacun episodio è prodotto da legami nascosti", la tracce invisibili" che tuttavia convergono nel "fulcro del Cono Temporale". …ma scendiamo nel nostro Universo, o meglio "Multiverso Statistico", proviamo con la "statistica del pollo": che probabilità ho di mangiare i due polli di Epulone (o magari uno solo!) se sono un poveraccio? …probabilmente quasi nulla, mentre lui sarà sazio della sua unica occasione.. perché avrà ormai sprecato suo en plain!
    Forse è molto più semplice, Carlotta si muove fra culture diverse: siamo nella Torino della Fiat, richiamata con la precisione d'un cartone animato giapponese sul Libro Cuore degli anni della TV in bianco e nero (…non ve lo ricordate, eravate troppo piccoli: si riconoscevano perfino le targhe delle strade…) per chi è torinese da una vita, anche se immigrato, riconoscere i luoghi è essenziale ache per capire come la città si è trasformata, le culture si sono amalgamate e reciprocamente acculturate. Quel che in Sicilia era oltraggio mortale qui diventa argomento da giureconsulti, tuttavia ciscuno porta con sé il retaggio delle proprie origini. "caelum non animum mutant qui mare currunt" o Universi Paralleli? Un'ocasione, sicuramente, per sperimentare una libera navigazione del pensiero fuori dalle coercizioni di Internet dietro lo specchio di Alice.


    Melchiorre Masali
    Professore Ordinario in quiescenza.
    Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell'Università di Torino.
    Laboratorio di Antropologia fisica ed Ergonomia.
    Via dell'Accademia Albertina, 17
    TORINO
    io amo tutto questo.
    io sono tutto questo.
    non potremmo semplicemente partire da qui, Enrichetta, scordandoci di tutti quei tuoi martellanti post pubblicitari robotizzati privi di senso?


  6. #156

    Predefinito io amo tutto questo, io sono tutto questo.

    Sono perfettamente d'accordo con chi mi ha risposto e lo ringrazio.
    E' uscita la seconda puntata del fumetto - e io son tutto questo ovvero la Carlotta Campo del romanzo, dello spettacolo e ora del fumetto è il mio alter ego. Sto lavorando alla terza e renderò pubblico il mio lavoro con il bravissimo fumettista Federico Espositi.

    Cordialmente
    Enriquez, o se preferite, Enrichetta Caparco

  7. #157

    Predefinito seconda puntata di Universi parlleli

    Amici carissimi buon giorno,

    Ecco il link della seconda parte che vi avevo promesso. Apritelo con la musica inserita dal mio web design che è un musicista e ditemi che cosa ne pensate dei disegni di Federico Espositi che secondo me è molto bravo e mi ricorda Crepax. A prestissimo work in progett di questo lavoro e la versione inglese.

    https://www.youtube.com/watch?v=78oFd1Kab-k

    Un abbraccio da
    Enriquez ovvero Enrichetta Caparco

  8. #158

    Predefinito work in progress continua: un anricipo sulla terza puntata-

    Amici Carissimi e caro Hotwireless.

    Ecco ancora qualcosa di me Enriquez in arte e Enrichetta Caparco di persona. Il mio carteggio di lavoro con FEderico Espositi il papà del fumetto.
    A presto con la terza puntata.

    Enriquez

    Buongiorno signora Caparco,

    Scusi la tarda risposta, mi sono preso il tempo di leggere bene lo scritto è chiarire le idee sulla struttura. Mi piace, penso di poterla rendere al meglio.
    Le anticipo che potrebbe essere talvolta più lunga del previsto: se voglio indagare sui momento di silenzio e tensione, mi serve.. da spazio tempo a spazio pagina.
    Ma vedremo.
    L'unica questione è piccola e do forma: non stravedo per le didascalie, pertanto la parte di racconto di Carlotta ad Alessandro potrebbe essere invece una sequenza di frammenti di immagine, un po un assaggio del cono finale. (Chiarissimo comunque perhò introdotto da Carlotta con "adesso gli dico tutto).

    C'e da capire le tempistiche. Novembre è corto e c'è molto da fare, adesso si presenta questo ponte e proverò a farne il massimo.

    Mi spiace per le sue ennesime situazioni.. avverse.
    Le auguro di sentirsi meglio il prima possibile per potersi godere questa vacanza!

    Un caloroso saluto.
    A presto,

    Fede

    Il giorno 22/ott/2016 12:32, "Enrichetta Caparco" <enrichetta.caparco@hotmail.com> ha scritto:
    Milano 22 – 10 - ‘!6

    Caro Federico,

    Eccomi.
    Mi rendo conto di aver messo più tempo di quanto programmato per concludere la sceneggiatura della: prima parte della terza puntata che invio in allegato.
    I motivi sono personali e non.
    Personali. Dopo una visita dal dentista e un intervento, direi cruento, sono tutt’oggi sotto antibiotici. … in conclusione: anche se è andato tutto bene ma sono un po’, come dire, fuori forma.
    Professionali :
    Questa puntata sarà impegnativa per tutti noi. Tengo naturalmente in considerazione Gabriella Baldanzi e Marco Rossetti che sono oltre che bravi parecchio scrupolosi, ma in particolare penso a lei al quale mi sono permessa di attribuire una paternità chiamandola Papà del fumetto ( si diceva di W. Disney) ma se non le va bene me lo dica subito che lo cancello dai messaggi rivolti ai media.
    I Motivi sono su due versanti:
    Il primo: creare il giusto senso di emozionante avventura – qui le vicende lo permettono senz’altro – e

    Il secondo: Mettere in evidenza col disegno di volti e ambienti i sentimenti dei personaggi per comunicarli al lettore.
    A questo proposito vedrà la frase: “a discrezione di Federico Espositi” poichè ritengo giusto possa avere piena libertà di esprimersi.
    Il mio lavoro - ho scritto tanto - non deve spaventarla. Desidero che la nostra creatura sia il più possibile fedele al romanzo. Inoltre qualche informazione in più la renderà libero di muoversi,
    Secondo me lei è bravo Federico, e io vorrei che tutti lo riconoscessero.
    Ultima cosa: presto, appena saprò che il tutto è giunto a destinazione, invierò le immagini che le occorrono.

    Buon fine settimana e un affettuoso saluto

    E. C.

  9. #159

    Predefinito Gazie amici per aver cercato Youtu.be Fd1Kab-k

    Grazie a tutti per aver letto la seconda puntata ( oggi uscita in versione inglese). Per chi ancora non avesse il link l'ho trascritto nel titolo, Sto preparando la sceneggiatura della seconda parte della puntata 2.

    A presto, vi abbraccio.

    Enriquez

  10. #160

    Predefinito www.youtube.com/watch?v=rmWz9xITAa0

    Carissimi,
    Ecco il link della versione in lingua inglese della seconda puntata: www.youtube.com/watch?v=rmWz9xITAa0
    enriquez

  11. #161

    Predefinito intervista su Radio Selfie

    Cari amici lettori,

    Domani mattina su Radio Selfie, alle ore 11 verrà trasmessa l'intervista a me sul mio romanzo, sullo spettacolo teatrlale e sul fumetto, cura di Antonino Di Silvestro.per chi fosse in auto o a casa e potesse e volesse seguirla
    In ogni caso, su Face Book e Twitter il giornalista metterà i messaggi onde raggiungerla. Invierò al più presto la registrazione anche su Forum libri.

    Buon fine settimana a tutti voi

    Enriquez

  12. #162

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Enriquez Vedi messaggio
    Caro Coco,
    Crazie di cuore!

    Posso dire che sono talmente appassionata all'argomento che ho cercato - prima con la rappresentazione teatrale e poi con il fumetto- un'avvntura appena cominciata e che mi appassiona:spiegare il succo di 580 pagine che pochi devo dire avevano capito.
    Al fumetto seconda puntata
    Cordialmente

    Enriquez
    eccolo! E' arrivato il numero tre del fumetto! Buon anno di nuovo!
    https://www.youtube.com/watch?v=64rxMa0GuL8Oggetto

  13. #163

    Predefinito universi paralleli fumetto

    https://www.youtube.com/watch?v=8n2q1eLBm4E link della prima puntata del fumetto.

    https://www.youtube.com/watch?v=78oFd1Kab-k link della seconda puntata del fumetto.

    https://www.youtube.com/watch?v=64rxMa0GuL8 link della terza puntata del fumetto
    Cari amici buon anno!

    Ecco per voi i link di Universi paralleli il fumetto tratto dal mio romanzo. Tra poco esce su you tube la quarta puntata.
    Vedrete che c’è lo spazio per un commento. Se vi va di farlo potrebbe essere un ottimo argomento da condividere, per esempio: con la musica o senza? Troppo lento o troppo veloce? Scorre o non si segue? E tanto altro ancora. Grazie della collaborazione. A presto
    Enrichetta Caparco

  14. #164

    Predefinito Perchè un fumetto

    Cari amici,
    tra poco esce l'ultima puntata di Universi paralleli il fumetto tratto dal mio romanzo.
    Poi, in attesa di dargli una veste editoriale, diverrà un e- book.
    Ecco l'introduzione.

    Enriquez ovvero Enrichetta Caparco



    Perché un fumetto.


    Cosa muove ciò che accade ?
    E’ questa la domanda che pone il mio romanzo, il quale affronta anche un altro tema: il tempo.
    E nel trattare tempo e spazio scopro che concetti come la geometria - considerati per millenni realtà - altro non sono che mezzi per raggiungerla, vere e proprie costruzioni della mente, un’ ingenua credenza che la filosofia orientale abbandona ben prima della Fisica quantistica.
    Nel recensire il mio “Tracce invisibili di universi paralleli” Stefania Favaro scrive: “Si parte da un punto fermo, l’amante di una vita di Carlotta Campo è scomparso e lei non si rassegna..”.
    E’ esattamente il cambiamento a generare il tempo.
    Ieri Carlotta era l’amante di Paolo, oggi non più. Un cambiamento che coincide con un fatto preciso: Paolo è desaparecido.
    Al momento che vede Carlotta amare Paolo, si affianca, come in un gioco di carte, quello in cui lei lo cerca disperatamente. E’ questa l’ipotesi, il “grande quadro” del fisico Julian Barbour dove tutto è presente e giace in statica perfezione.
    Ebbene, proprio questa ipotesi diviene il mio mezzo letterario per raccontare l’alternanza di fatti, le cui date sono soltanto cifre; storie che si aprono come scatole cinesi.
    Scrivo di un mondo dove il tempo non esiste; dove un sistema creato da differenti configurazioni esistenziali si apre a infinite combinazioni e tra queste scelgo un solo percorso:
    Carlotta Campo deve compiere un viaggio attraverso le vite degli altri per ritrovare Paolo e convincerlo a tornare a casa.
    Un percorso creato da coni temporali che si influenzano l’uno con l’altro attraverso le tracce. Ma i coni temporali altro non sono che universi paralleli ; sono il passato, il presente e il futuro.
    Scrive Melchiorre Masali: …l’autrice trascina l' affascinato, esausto lettore” da un universo ad un altro. ….
    Concordo con il professore, ho scelto argomenti difficili da comunicare soltanto con le parole; mi occorrono altri mezzi e nuovi personaggi. E se per il teatro ho dato vita alla Traccia che informa il lettore, nel fumetto è un Maestro Zen l’interprete della storia, che egli stesso fa vivere al suo allievo, un giovane inglese che prende il nome di Olmo San.
    E nel creare i personaggi del mio fumetto li ho forniti delle caratteristiche che occorrono:
    Olmo San intende conseguire l’esperienza buddista con lo scopo di raggiungere l’illuminazione: Satori.
    L’spirato Maestro, del quale non si conosce l’età, come Mahtma Gandhi, ha vissuto in occidente conseguendo un diploma universitario in Europa. Egli ha viaggiato a lungo e - prima di tornare in India per ritirarsi in monastero - si è fermato in Italia apprezzandone l’arte e la letteratura. Sarà lui a creare una sorta di ponte tra due culture millenarie, lo farà attraverso un racconto variegato che mette insieme la storia di tre famiglie nell’arco di un secolo. Egli apre l’allievo al vero scopo del percorso di ciascuno: l’ampliamento della propria coscienza.
    Ed è, attraverso la sua facoltà di evocare immagini che il maestro Zen mette in evidenza l’armonia nascosta delle cose, dove le entità si muovono esattamente attraverso la contraddizione. Quando fa apparire le sfere dei coni temporali con la maestria di un mago, mostra come esse siano concentriche in modo che ciascuna delle realtà che le abita possa essere sia principio, sia fine, “ Le tracce” dice “passano da un cono temporale ad un altro. Non farti, intrappolati dal groviglio dei Carman Olmo San e smettila di guardare il dito, guarda la luna”.
    “Ma gli eventi chi li disegna?”, chiede l’allievo, “la volontà o il destino?”.
    “Il magnetismo potente che unisce tutto nella danza di Siva” risponde il maestro, perché se con la Fisica dei quanti crolla il dogma dell’individualità, anche nella filosofia buddista ogni cosa e connessa a ogni altra cosa.

  15. #165

    Predefinito finalista ringrazia la commissione

    http://www.circumnavigarte.it/sl2016...sezione-c.html

    1.
    Cantini Aurora, Il bambino con la valigia rossa. Caparco Enrichetta, Tracce invisibili di universi paralleli. Caprio Antonella e Franco, Nel silenzio parlami ancora.


    concorso letterario zeno 2016, romanzi finalisti - Associazione ...
    www.progettozeno.it/news.php?id=86

    1.
    Luigi Bartalini, Casella numero 58; Arturo Belluardo, Il ballo del debuttante; Enrichetta Caparco, Tracce invisibili di universi paralleli; Silvia Conforti, Il figlio del ..

Discussioni simili

  1. Calvino, Italo - Le città invisibili
    Da Darkay nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 07-24-2015, 01:43 PM
  2. Wenders, Wim - Crimini invisibili
    Da elisa nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-02-2014, 09:04 AM
  3. 84° Minigruppo - Le città invisibili di Italo Calvino
    Da Cold Deep nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 32
    Ultimo messaggio: 08-02-2013, 09:37 PM
  4. Cleopatra, Chiara - Tracce Fuori Corso
    Da Chiara Cleopatra nel forum Autori emergenti - autori contemporanei
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 05-03-2009, 11:41 AM
  5. Huff, Tanya - Tracce di sangue
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-25-2008, 06:24 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •