Richie non ne può più della vita. Proprio quando sta tentando di farla finita, riceve una telefonata da Maggie, sua sorella. La donna in grave difficoltà, che non parlava col fratello da anni, è stata costretta a chiamarlo per chiedergli di andare a prendere la figlia a scuola. Richie con riluttanza annulla il suo macabro piano suicida e va a prelevare la nipote, la spigliata Sophia. Maggie però non ritorna a casa come aveva promesso e Richie è costretto a prendersi cura di Sophia tutta la notte. (Trovacinema Repubblica.it) Film passato in Venezia Orizzonti e facente parte della rassegna milanese in programmazione in questi giorni. I riferimenti del film sono Leon di Besson e Fuori orario di Scorzese. In una New York sporca e cattiva il protagonista si vede costretto per una notte ad occuparsi della nipote,dato che la sorella viene arrestata. In un dramma,anche a tinte fosche si inserisce la storia della ragazzina perfettina e saputella scorrazzata dallo zio fattone e con rapporti con la delinquenza. Alla fine riusciranno ad intendersi,ma che fatica! Tragedia e commedia sono mescolate in modo per nulla banale,forse un pochino slegate,ma in uno spettacolo che si lascia decisamente vedere e che potrebbe tranquillamente essere distribuito nel circuito delle sale. Ottimi gli interpreti in un'opera indipendente americana di buon livello.