Durante una partita di golf, Bobby Jones, giovane figlio di un vicario, incappa in uno sconosciuto in fin di vita, caduto da uno strapiombo. Mentre il suo compagno di gioco va a cercare soccorsi, l'uomo mormora le parole "Perché non l'hanno chiesto a Evans?" e subito dopo muore. Il defunto viene identificato come Alexander Pritchard, identità confermata dalla sorella, della quale egli teneva una foto in tasca. Il caso viene archiviato come incidente, ma per Bobby e la sua frizzante e annoiata amica Frankie, figlia di un esponente della buona società, i conti non tornano ...anche perché poi ...

Uno dei gialli "antichi" di Agatha Christie: a me spesso, e anche in questo caso, manca la figura di Miss Marple e di Poirot, ma Frankie e Bobby sono due brillanti e simpatici investigatori, oltre che coraggiosi. L'intreccio, come sempre, è sopraffino, e anche lo stile. Un bel giallo; come al solito zia Agatha non delude, ma non è tra i miei preferiti della Christie, preferisco quelli più "corali", dove ci sono più personaggi e l'identificazione dell'assassino è più difficile.