Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Malattie Letterarie

  1. #1
    Junior Member
    Data registrazione
    Oct 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    26
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Malattie Letterarie

    Su una pagina di facebook dedicata ai lettori, ho trovato questo giochino molto carino: dobbiamo associare un libro che abbiamo letto ad ogni malattia elencata, e in seguito spiegare (in poche parole) perché abbiamo scelto di associarlo a quella malattia.
    Le malattie sono queste:
    Diabete - Un libro troppo, troppo dolce
    Varicella - Un libro che hai letto una volta e non rileggeresti mai più
    Influenza - Un libro che si diffonde come un virus
    Malattia ricorrente - Un libro che rileggi spesso o ogni anno
    Insonnia - Un libro che ti ha tenuto sveglio
    Amnesia - Un libro che hai letto, ma di cui hai dimenticato tutto o quasi
    Asma - Un libro che ti ha tolto il fiato
    Malnutrizione - Un libro povero di contenuti
    Mal di mare - Un libro che ti ha portato in un altro mondo

    Sono curiosa di sapere che libri avete scelto! Intanto inizio io:
    Diabete: "L'arte di ascoltare i battiti del cuore" di Sendker. Un libro davvero da Diabete. In senso buono, ovviamente, perché è meraviglioso. E' dolcissimo, forse anche smielato in certi momenti. Si fa leggere con dolcezza e si fa amare.
    Varicella: "I Promessi Sposi" di Manzoni. Non me ne vogliano i sostenitori di questo classico letterario. Sicuramente è un libro che ha fatto la storia della letteratura italiana, ma purtroppo ho avuto la disgrazia di leggerlo a scuola, e nella mia mente viene sempre associato ai compiti in classe e alle interrogazioni. Un libro dev'essere un piacere, e il fatto di averlo dovuto leggerlo per forza mi ha portato a odiarlo. Non lo rileggerò mai più.
    Influenza: "Harry Potter" di J.K. Rowling. Come non citarlo! Ho messo "Harry Potter" intendendo tutta la saga. Si è diffuso come un virus in grandi e piccini, e ci ha costretti a casa a leggerlo senza voler uscire, proprio come un'influenza.
    Malattia ricorrente: "Il piccolo principe" di Saint-Euxpéry. Ogni anno proprio no, però mi capita a volte di rileggerlo, e ogni volta ne colgo un significati sempre diversi.
    Insonnia: "La bambina che amava Tom Gordon" di S. King. Lo lessi quando ero in seconda o terza media e ricordo che non mi fece dormire la notte per due motivi: uno, perché mi piaceva moltissimo, e non riuscivo a staccarmici; due, perché mi faceva troppa paura!
    Amnesia: "Tonio Kroger" di Mann. Più ci penso e più non ricordo assolutamente di cosa parli. Sì, ricordo che il protagonista era questo ragazzo ma non mi ricordo assolutamente nulla di tutta la storia. Vuoto totale.
    Asma: "La Divina Commedia" di Dante Alighieri. Ebbene sì, proprio lui. Un libro scritto secoli fa, ma ancora così attuale. Parla di TUTTO. Ed è perfetto sotto ogni punto di vista: struttura esterna, struttura interna, narrazione, luoghi, personaggi, eventi storici, ricorrenze... Da togliere il fiato!
    Malnutrizione: "Shadowhunters - Città di Ossa" di C. Clare. Ho messo "Città di Ossa" perché ho letto solo il primo. Mi dispiace per i fans della saga, ma a me non è piaciuto e l'ho trovato, appunto, privo di contenuti. Il primo libro non dice assolutamente nulla. Sì, lei scopre di essere una Shadowhunter, e poi? Demoni, vampiri, lupi mannari... Non sapevano che metterci e hanno fatto un'accozzaglia di tutto, per poi non parlare quasi di niente. Forse sarà perché era il primo di una lunga serie...
    Mal di Mare: "Lo hobbit" di Tolkien. Non aggiungo altro. Chi l'ha letto sa di che cosa parlo. Completamente un altro mondo.

  2. #2

    Predefinito


    Diabete - Un libro troppo, troppo dolce
    Varicella - Un libro che hai letto una volta e non rileggeresti mai più
    Influenza - Un libro che si diffonde come un virus
    Malattia ricorrente - Un libro che rileggi spesso o ogni anno
    Insonnia - Un libro che ti ha tenuto sveglio
    Amnesia - Un libro che hai letto, ma di cui hai dimenticato tutto o quasi
    Asma - Un libro che ti ha tolto il fiato
    Malnutrizione - Un libro povero di contenuti
    Mal di mare - Un libro che ti ha portato in un altro mondo


    Diabete: Silenzio
    Varicella: Cinquanta sfumature di grigio
    Influenza: Lettera a un bambino mai nato
    Malattia ricorrente: Cime tempestose

    Insonnia: Jurassic Park (l'ho letto in una notte, non riuscivo a staccarmi dalle pagine)
    Amnesia: Un bel po' .... e non ricordo nemmeno i titoli...

    Asma: Via col vento (è sublime)
    Malnutrizione: ... non me ne viene in mente nessuno per ora...
    Mal di Mare: Il conte di Montecristo

  3. #3
    Valentina992
    Guest

    Predefinito

    Bella domanda:

    - Diabete: Il linguaggio segreto dei fiori (Vanessa Diffenbaugh), ma in questo caso ho gradito l'eccessiva dolcezza;

    - Varicella: purtroppo ce ne sarebbero, citando uno dico a malincuore Ragazzi di vita (Pier Paolo Pasolini);

    - Influenza: Proibito (Tabitha Suzuma), ma è di quelle diffusioni che meritano;

    - Malattia ricorrente: Seta (Alessandro Baricco);

    - Insonnia: La ragazza con l'orecchino di perla (Tracy Chevalier);

    - Amnesia: Il Gattopardo (Giuseppe Tomasi di Lampedusa), libro nel quale avevo riposto molte aspettative ma che si è rivelato pesante;

    - Asma: La fine di Alice (A.M. Homes), fossero tutte queste le asme, vorrei averle sempre!

    - Malnutrizione: paradossalmente Il macellaio (Alina Reyes);

    - Mal di mare: il linguaggio di Haruki Murakami in "Norwegian wood).

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2714
    Thanks Thanks Given 
    287
    Thanks Thanks Received 
    191
    Thanked in
    122 Posts

    Predefinito

    Vanno bene anche se alcuni titoli sono fumetti?

  5. #5
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10393
    Thanks Thanks Given 
    468
    Thanks Thanks Received 
    481
    Thanked in
    339 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da wolverine Vedi messaggio
    Vanno bene anche se alcuni titoli sono fumetti?
    Sì, certo

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Coincidenze Letterarie
    Da pigreco nel forum Salotto letterario
    Risposte: 26
    Ultimo messaggio: 12-10-2017, 08:05 PM
  2. Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 07-02-2012, 11:48 PM
  3. Collane letterarie
    Da fabiog nel forum Salotto letterario
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-20-2010, 12:12 AM
  4. Notizie letterarie!
    Da elydark nel forum Salotto letterario
    Risposte: 19
    Ultimo messaggio: 05-31-2009, 09:46 PM
  5. Dri, Riccardo - Le dodici malattie del cielo
    Da Riccardo Dri nel forum Autori emergenti - autori contemporanei
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 05-19-2009, 02:55 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •