http://i59.tinypic.com/167s4uc.jpg

Casa Editrice: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Pagine: 139

Prezzo: 7.50

Trama: Paola ha solo undici anni quando viene violentata da un amico della madre: la sua infanzia è distrutta. Non ha mai osato confessarlo al marito Michele, e questo silenzio l'ha fatta sentire immeritevole della sua stima e del suo amore. Così quando un'altra donna entra nella loro vita, Paola dapprima si rassegna: deve subire l'abbandono del marito come allora subì l'assalto della Bestia. Ma presto si risveglia in lei la capacità di reagire: per salvare il suo matrimonio deve riemergere dal buco nero delle paure, delle finzioni e dei rancori in cui si è smarrita. Lo farà attraverso una lucida e dolorosa autoanalisi, fino a quando la bambina perduta riuscirà a ritrovare se stessa diventando una donna completa e serena.

Commento: Un libro molto bello, scorrevole e anche commovente verso la fine. L'unica cosa che posso dire di questo libro sull'argomento che viene trattato, cioè lo stupro su di una bambina. è che queste cose non devono più succedere, rovina la vita e l'infanzia di una bambina è vergognoso...ma soprattutto queste persone che fanno queste cose devono essere condannati all'ergastolo a vita.

Citazioni:

1. Non c'è niente di morale nell'essere infelici.

2. La felicità è la fine del dolore.

3. Non si può comprendere la felicità fino a quando non si sono conosciute l'angoscia, la paura, la perdita.

4. Più ripenso alla sua violenza e più mi convinco che il dolore dello stupro non ha mai fine.

5. Il bambino percosso, sfruttato, abbandonato può essere salvato dall'amore. Un pasto caldo, una carezza confortevole, un luogo sicuro dove dormire già bastano a lenire la sua sofferenza. La violenza sessuale no. è la sola che non si cancella perchè ti scaraventa in un buco nero dopo averti tolto per sempre le sicurezze e le fantasie dell'infanzia. Sei solo e irraggiungibile, in balia di incubi spaventosi.


Voto: 9