Per prima cosa specifico che non si tratta di quell' Elizabeth Taylor, come io credevo quando ho visto questo libro in libreria.
Questa Elizabeth è un' autrice inglese nata nel '12 e morta nel '75, piuttosto amata e con all'attivo dodici titoli tra i quali anche il mio Angel

Chi è Angel? Una ragazzina, orfana di padre, che non ama la sua vita e se ne inventa una su misura. Alle sue amichette racconta di vivere in una villa, di avere un pony e un grande giardino; nella realtà sua madre ha una piccola bottega e la zia fa la governante proprio nella casa delle sue fantasie: Paradise House.
Quando le sue bugie vengono smascherate Angel, orgogliosa e cocciuta, decide che non andrà più a scuola, ma che comincerà a scrivere e diventerà una grande autrice di romanzi d' amore. E, sorprendentemente ce la farà.
Il personaggio di Angel è meraviglioso: capricciosa, tenace, pazza, egoista, forte, persino ridicola nella sua ottusità eppure fedele, leale, buona con gli animali, ribelle.
La trama non è granché, non è assolutamente un libro imperdibile che dovete leggere per forza, ma Angel sì, lei dovete conoscerla a tutti i costi. Magari riderete di lei e dei suoi cappellini buffi, ci farà imbestialire la sua capacità di essere rozza e insensibile eppure scommetto che non riuscirete a dimenticarla facilmente.
Devo leggere altro della Taylor e scoprire se le sue eroine sono tutte così

Nel 2007 Ozon nel ha tratto un film "Angel - la vita, il romanzo" con Romola Garai