Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il malato immaginario

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Molière - Il malato immaginario

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    868
    Thanks Thanks Given 
    232
    Thanks Thanks Received 
    179
    Thanked in
    112 Posts

    Predefinito Molière - Il malato immaginario

    Oggi verrebbe definita "una commedia brillante"; ma probabilmente è qualcosa di più. Ci sono originali considerazioni , sotto tutti i punti di vista (da quello del paziente a quello del dottore) dell'arte medica e dalla quale traspare il pensiero non propriamente positivo dell'autore sulle vere capacità di guarigione delle medicine del tempo (dice a un certo punto il fratello al "malato immaginario": voi avete una salute di ferro, poiché nonostante tutte le medicine che prendete siete ancora vivo....) e poi c'è molto altro, il tutto condotto con un umorismo sottile e una velata ironia che nulla concede ai luoghi comuni e alla volgarità o grossolanità. Dopo aver letto queste pagine, deliziose, ho pensato alla differenza che c'è tra uno scrittore (narrativa) e un commediografo (teatro). Nella narrativa lo scrittore descrive gli stati d'animo e i pensieri dei protagonisti di fronte ad eventi particolari (vedi, ad esempio, i pensieri di Lucia durante il tragitto in barca su "quel ramo del lago di Como") e, con la sua grande arte, riesce a coinvolgere emotivamente il lettore. Nel teatro tutte queste cose devono essere raggiunte e s c l u s i v a m e n t e attraverso il d i a l o g o tra i protagonisti. Sono cose diverse, e probabilmente l'arte del commediografo mi sembra addirittura più complessa. Se poi si pensa a questo autore, che molte sue commedie (non questa) le ha scritte "in rima" la parola "genio" non è certamente abusata.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2301
    Thanks Thanks Given 
    35
    Thanks Thanks Received 
    164
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito

    Concordo in tutto con il commento di Grantenca. Dietro l'apparenza di commedia divertente c'è di più. E resta l'amara considerazione che purtroppo di "malati immaginari" è pieno il mondo. Da leggere prende pochissimo tempo.

Discussioni simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 05-03-2017, 02:30 PM
  2. Molière - Il misantropo
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-21-2015, 02:05 PM
  3. Molière
    Da Grantenca nel forum Autori
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 10-04-2014, 01:43 PM
  4. devo essere malato, non riesco a trattenermi e tutte le ....
    Da leonardodavinci nel forum Salotto letterario
    Risposte: 26
    Ultimo messaggio: 04-24-2008, 09:41 PM
  5. devo essere malato, non riesco a trattenermi e tutte le ....
    Da leonardodavinci nel forum Salotto letterario
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 04-22-2008, 06:40 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •