Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

 Il Segno del comando

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: D'Agata, Giuseppe - Il Segno del comando

  1. #1
    Lettore dell'estremo sud
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    Originario della Sicilia, vivo per lavoro a Milano
    Messaggi
    452
    Thanks Thanks Given 
    6
    Thanks Thanks Received 
    19
    Thanked in
    8 Posts

    Predefinito D'Agata, Giuseppe - Il Segno del comando

    Un giovane docente universitario inglese, Edward Forster, approda a Roma per tenere una conferenza all'ambasciata britannica, su un diario di Lord Byron scoperto da poco e per scoprire il mistero di una piazza misteriosa descritta da Byron durante il suo soggiorno a Roma.

    “Sera. Ore 11. piazza con portico, tempio romano e fontana con delfini. Luogo meraviglioso.
    Messaggero di pietra. Musica celestiale. Tenebrose presenze”.

    Forster ritiene che il luogo sia immaginario, ma un pittore, un certo Marco Tagliaferri, gli ha inviato la fotografia di una piazza che corrisponde alla descrizione di Byron. Recatosi allo studio del pittore in via Margutta, Forster viene accolto dalla modella del Tagliaferri, Lucia, una ragazza dal fascino sfuggente e misterioso che gli dà appuntamento per cena per incontrare il pittore.

    Si dirige all’Hotel Galba per prendere una stanza, su consiglio di Lucia. Qui, incontra la direttrice, la signora Giannelli (che però afferma di non conoscerla), ed una sua vecchia fiamma, Olivia, anche lei ospite dell'albergo, col compagno Lester Sullivan, antiquario; poi lo studioso si reca a visitare la mostra presso il ‘British Council Institute’, dove incontra Powell, funzionario dell’ambasciata britannica e la sua giovane segretaria Barbara.

    In serata s’incontra con Lucia in piazza di Spagna e dopo aver girato per i vicoli di Trastevere, arrivano alla “Taverna Dell’Angelo” (il luogo d’incontro con il pittore Tagliaferri) ma dopo aver bevuto un bicchiere di vino, Forster si sente male e si sveglia nella sua auto senza la borsa e con il medaglione che indossava Lucia.

    Il giorno dopo il professore cerca spiegazioni allo studio del pittore, ma scopre che Marco Tagliaferri è morto da cento anni…
    Iniziano così le avventure del professor Forster, tra quadri maledetti, reincarnazioni, assassini spietati, sedute spiritiche e fantasmi. Ma la Roma arcana e notturna che Edward Forster attraversa sarà reale? E la bellezza di Lucia appartiene al sogno o alla realtà?

  2. #2
    Lettore dell'estremo sud
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    Originario della Sicilia, vivo per lavoro a Milano
    Messaggi
    452
    Thanks Thanks Given 
    6
    Thanks Thanks Received 
    19
    Thanked in
    8 Posts

    Predefinito

    Ho scoperto questo libro da adolescente, tra la libreria di mio papà. Un giorno l'ho aperto e ho iniziato a leggerlo: una bella sorpresa. Il romanzo è davvero molto suggestivo, magico, ambientato in una Roma misteriosa, quasi parallela a quella reale. I personaggi sono tutti enigmatici, sembrano fantasmi del passato venuti a rendere inquieto il soggiorno italiano del professor Forster. In alcuni tratti si tinge di sfumature "thriller". L'ho riletto più volte e sempre mi ha attirato quell'atmosfera paranormale che scorre per tutta la narrazione.

  3. #3
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    82
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    una compilation di attori
    tra i migliori che abbiamo avuto in italia
    per una serie sceneggiata televisiva
    che ha acceso per sempre
    quella mia pulsione fantastica e innata
    quando ancora ragazzino
    ignoravo che certi argomenti esistessero
    da sempre in maniera come dire ufficiale e codificata.
    una passione che, realizzato questo,
    non ho più abbandonato.





    ps) forse c'entra la magia del ritenermi da sempre discendente degli etruschi (da parte di babbo).

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1401
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    107
    Thanked in
    70 Posts

    Predefinito

    E' in assoluto uno dei miei libri preferiti...
    Giuseppe D'Agata uno degli scrittori più sottovalutati dalla cosiddetta "critica" letteraria...

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Tornatore, Giuseppe - La leggenda del pianista sull'oceano
    Da alessandra nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 11-27-2013, 06:29 PM
  2. Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-20-2013, 11:10 AM
  3. 90° Minigruppo - Il segno rosso del coraggio di Stephen Crane
    Da praschese89 nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 19
    Ultimo messaggio: 10-01-2013, 09:19 PM
  4. D'Agata, Giuseppe - Il medico della mutua
    Da SALLY nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 01-20-2013, 06:21 PM
  5. Risposte: 40
    Ultimo messaggio: 07-10-2008, 05:52 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •