Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 51

Discussione: 17° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito 17° Poeticforum - Le poesie che amiamo

    Apro il 17° Poeticforum di Forumlibri.
    Come sempre, ciascun partecipante posterà una poesia e, al termine di questa fase, si commenteranno le poesie una ad una.

    A voi la parola

  2. #2
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4241
    Thanks Thanks Given 
    34
    Thanks Thanks Received 
    95
    Thanked in
    46 Posts

    Predefinito

    - HANDYCAP -

    Cammini in fretta avanti e indietro
    Stereotipato come fiera in gabbia
    Cadenzati sopra il tristo marciapiedi
    Passi brevi e calcati, tutti uguali
    Come se quello misurar dovessi

    Sgraziato nella saloppette fuori misura
    La ramazza in saggina, troppo lunga
    Con ostinata accuratezza spazzi
    Manovrata con energico puntiglio

    Tutto ciò che ti circonda ignori
    Rari i passanti ti schivan rimbrottando
    Ma un dovere devi compiere, importante
    Che nessuno mai intralciare osar potrà

    Foresti lineamenti di tartara stirpe
    Esotici, congelate steppe evocano
    Incrollabile il sorriso fiero e risoluto
    Il mondo sotto i tuoi piedi tremebondo
    La scopa una sanguinaria lancia
    Tutto assoggettando purificherà

    Misticamente assorta l'espressione
    Isolato nel caos della metropoli al risveglio
    Come perso in asiatico deserto brullo
    Dove infine la retta via sempre ritrovi
    Col focoso tuo destriero senza sella
    Per istintiva atavica intuizione

    Sudi sbuffi fischietti e mimi
    Motivi ancestrali a te solo noti
    Come andine foglie di coca masticando,
    Fonte di sempiterna insospettata forza

    Il giubbino arancio a strisce rifrangenti
    In apocalittico guerriero ti trasforma
    Che spettrale appare e riscompare
    Al nemico celandosi tra i pioppi

    Fermare vorrei ora la mia auto
    Per scendere ed abbracciarti grato
    Ma tosto al lavoro tardi giungerei
    E tu guardingo a me lontano sfuggiresti.

    Tu ami questa terra, cui ad ogni alba doni
    Per conservarla immacolata e pura
    Non per denaro ma per intima missione
    Fedele sacrificio con sereno impegno.

    Con una abilità diversa, agli altri aliena.

    hot

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2292
    Thanks Thanks Given 
    28
    Thanks Thanks Received 
    151
    Thanked in
    90 Posts

    Predefinito

    Questa volta cambio genere


    Quando Dio creò l'amore non ci ha aiutato molto
    quando Dio creò i cani non ha aiutato molto i cani
    quando Dio creò le piante fu una cosa nella norma
    quando Dio creò l'odio ci ha dato una normale cosa utile
    quando Dio creò Me creò Me
    quando Dio creò la scimmia stava dormendo
    quando creò la giraffa era ubriaco
    quando creò i narcotici era su di giri
    e quando creò il suicidio era a terra.

    Quando creò te distesa a letto
    sapeva cosa stava facendo
    era ubriaco e su di giri
    e creò le montagne e il mare e il fuoco
    allo stesso tempo.

    Ha fatto qualche errore
    ma quando creò te distesa a letto
    fece tutto il Suo Sacro Universo.

    Charles Bukowski

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2015
    Località
    un po' dove capita
    Messaggi
    251
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    un classico:

    Puri venimmo dal Nulla, e ce ne andammo impuri.
    Lieti entrammo nel Mondo, e ne partimmo tristi.
    Ci accese un Fuoco nel cuore l'Acqua degli occhi:
    La vita al Vento gettammo, e poi ci accolse la Terra.

    Omar Khayyam

  5. #5
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da momi Vedi messaggio
    un classico:

    Puri venimmo dal Nulla, e ce ne andammo impuri.
    Lieti entrammo nel Mondo, e ne partimmo tristi.
    Ci accese un Fuoco nel cuore l'Acqua degli occhi:
    La vita al Vento gettammo, e poi ci accolse la Terra.

    Omar Khayyam
    Abbiamo una new entry nel Poeticforum, ben arrivata

  6. #6
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18724
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    217
    Thanks Thanks Received 
    581
    Thanked in
    344 Posts

    Predefinito

    Potessero le mie mani sfogliare (Federico Garcia Lorca)


    Pronunzio il tuo nome
    nelle notti scure,
    quando sorgono gli astri
    per bere dalla luna
    e dormono le frasche
    delle macchie occulte.
    E mi sento vuoto
    di musica e passione.
    Orologio pazzo che suona
    antiche ore morte.

    Pronunzio il tuo nome
    in questa notte scura,
    e il tuo nome risuona
    più lontano che mai.
    Più lontano di tutte le stelle
    e più dolente della dolce pioggia.

    T'amerò come allora
    qualche volta? Che colpa
    ha mai questo mio cuore?
    Se la nebbia svanisce,
    quale nuova passione mi attende?
    Sarà tranquilla e pura?
    Potessero le mie mani
    sfogliare la luna!

  7. #7
    giovaneholden
    Guest

    Predefinito Anna Maria Ortese - Per una farfalla

    Per una farfalla

    Dormi da ieri sera.
    Nella spazzatura
    ti eri rifugiata.
    Niente ti ha svegliata.
    Neppure il sole.
    Neppure un geranio
    verde e rosso.
    Com'è strano
    il tuo sonno - perché
    mai hai parlato,
    e neppure ieri,
    e neppure stamane,
    e intanto ti sfai.
    Ma forse sei un'ombra,
    di Te - che ora vai
    volando nell'oro
    nel verde, sui fiori,
    sul biancospino
    di un fresco giardino,
    su una sponda
    o l'altra
    delle tumultuose adoranti
    Costellazioni.

  8. #8
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Ci sono questo ragazzo e questa ragazza
    di Guido Catalano

    Ci sono questo ragazzo
    e questa ragazza
    mi sono seduti davanti
    qualcosa di più di vent’anni
    l’uno accanto all’altra
    il treno ci porta da sud a nord
    e lei ha capelli biondi, corti
    e lui porta occhiali pesanti, scuri.
    Leggono ma non leggono due libri diversi, leggono lo stesso libro.
    Il fatto però è che non sono due copie dello stesso libro.
    I due ragazzi, seduti l’una accanto all’altro leggono
    da una sola copia
    dello stesso libro.
    È lei che lo tiene in mezzo
    e gira le pagine lentamente
    e sono davvero sincronizzati bene
    questi due ragazzi seduti davanti a me
    in questo treno regionale lento
    concentrati, silenziosi e sincronizzati
    e molto vicini.

    Ed io li guardo
    non riesco a non guardarli
    sono affascinato da questo loro modo intimo di leggere
    da questa lettura di coppia
    che non mi sembra di aver mai visto
    e faccio mente locale
    e in effetti, nei locali della mia mente
    non trovo nulla di simile
    trovo sì due ragazzini che si dividono gli auricolari
    trovo sì me stesso che guardo un film
    accanto a una donna
    sdraiati sul mio letto
    come è difficile concentrarsi
    senza toccarti
    baciarti
    farsi.

    E a un certo punto lei fa per voltare pagina
    e lui le sfiora la mano
    è in ritardo di qualche riga
    lei si ferma, sorride impercettibile
    ma io quel sorriso lo percepisco.
    Pochi istanti e
    lui la sfiora di nuovo
    ora può andare avanti
    girare pagina.

    E che bella cosa che stanno facendo
    questi due innamorati
    perché io li immagino innamorati
    mi è impossibile pensare che non lo siano
    lo sono.

  9. #9

    Predefinito Il gelsomino notturno, di G. Pascoli

    E s'aprono i fiori notturni,
    nell'ora che penso a' miei cari.
    Sono apparse in mezzo ai viburni
    le farfalle crepuscolari.

    Da un pezzo si tacquero i gridi:
    là sola una casa bisbiglia.
    Sotto l'ali dormono i nidi,
    come gli occhi sotto le ciglia.

    Dai calici aperti si esala
    l'odore di fragole rosse.
    Splende un lume là nella sala.
    Nasce l'erba sopra le fosse.

    Un'ape tardiva sussurra
    trovando già prese le celle.
    La Chioccetta per l'aia azzurra
    va col suo pigolio di stelle.

    Per tutta la notte s'esala
    l'odore che passa col vento.
    Passa il lume su per la scala;
    brilla al primo piano: s'è spento...

    È l'alba: si chiudono i petali
    un poco gualciti; si cova,
    dentro l'urna molle e segreta,
    non so che felicità nuova.

  10. #10
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Quanti nuovi arrivati, benvenuto Andrea

  11. #11
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Ci sono altre proposte?

  12. #12

    Predefinito "Tu m'hai sì piena di dolor la mente", di G. Cavalcanti

    Tu m'hai sì piena di dolor la mente,
    che l'anima si briga di partire,
    e li sospir che manda 'l core dolente
    mostrano agli occhi che non può soffrire.

    Amor, che lo tuo grande valor sente,
    dice: "E' mi duol che ti convien morire
    per questa fiera donna, che niente
    par che piatate di te voglia udire".

    I' vo come colui ch'è fuor di vita,
    che pare, a chi lo sguarda, ch'omo sia
    fatto di rame o di pietra o di legno,

    che si conduca sol per maestria
    e porti ne lo core una ferita
    che sia, com'egli è morto, aperto segno.

  13. #13
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Andrea Dilorenzo Vedi messaggio
    Tu m'hai sì piena di dolor la mente,
    che l'anima si briga di partire,
    e li sospir che manda 'l core dolente
    mostrano agli occhi che non può soffrire.

    Amor, che lo tuo grande valor sente,
    dice: "E' mi duol che ti convien morire
    per questa fiera donna, che niente
    par che piatate di te voglia udire".

    I' vo come colui ch'è fuor di vita,
    che pare, a chi lo sguarda, ch'omo sia
    fatto di rame o di pietra o di legno,

    che si conduca sol per maestria
    e porti ne lo core una ferita
    che sia, com'egli è morto, aperto segno.
    Questa la conserviamo per il prossimo Poeticforum, la regola è quella di proporre una poesia a testa

  14. #14

    Predefinito

    ahh ok, non avevo letto il regolamento... A saperlo... avrei pubblicato una mia... va be', sarà per la prossima volta

  15. #15
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Eccoci qui puntualissimi per iniziare a commentare la prima proposta, una poesia dell'amico Cino... ehm ...Hot

    - HANDYCAP -

    Cammini in fretta avanti e indietro
    Stereotipato come fiera in gabbia
    Cadenzati sopra il tristo marciapiedi
    Passi brevi e calcati, tutti uguali
    Come se quello misurar dovessi

    Sgraziato nella saloppette fuori misura
    La ramazza in saggina, troppo lunga
    Con ostinata accuratezza spazzi
    Manovrata con energico puntiglio

    Tutto ciò che ti circonda ignori
    Rari i passanti ti schivan rimbrottando
    Ma un dovere devi compiere, importante
    Che nessuno mai intralciare osar potrà

    Foresti lineamenti di tartara stirpe
    Esotici, congelate steppe evocano
    Incrollabile il sorriso fiero e risoluto
    Il mondo sotto i tuoi piedi tremebondo
    La scopa una sanguinaria lancia
    Tutto assoggettando purificherà

    Misticamente assorta l'espressione
    Isolato nel caos della metropoli al risveglio
    Come perso in asiatico deserto brullo
    Dove infine la retta via sempre ritrovi
    Col focoso tuo destriero senza sella
    Per istintiva atavica intuizione

    Sudi sbuffi fischietti e mimi
    Motivi ancestrali a te solo noti
    Come andine foglie di coca masticando,
    Fonte di sempiterna insospettata forza

    Il giubbino arancio a strisce rifrangenti
    In apocalittico guerriero ti trasforma
    Che spettrale appare e riscompare
    Al nemico celandosi tra i pioppi

    Fermare vorrei ora la mia auto
    Per scendere ed abbracciarti grato
    Ma tosto al lavoro tardi giungerei
    E tu guardingo a me lontano sfuggiresti.

    Tu ami questa terra, cui ad ogni alba doni
    Per conservarla immacolata e pura
    Non per denaro ma per intima missione
    Fedele sacrificio con sereno impegno.

    Con una abilità diversa, agli altri aliena.

    hot

Discussioni simili

  1. 15° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 39
    Ultimo messaggio: 12-30-2014, 08:02 PM
  2. 14° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 67
    Ultimo messaggio: 10-28-2014, 08:35 PM
  3. 13° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 09-01-2014, 06:36 PM
  4. 5° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 02-03-2013, 11:31 PM
  5. 3° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 56
    Ultimo messaggio: 03-28-2012, 05:10 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •