Nuova avventura per l'alchimista Martino e il parroco di Varmo Michele. La vicenda è sempre ambientata in Friuli durante il 1530. Questa volta i protagonisti vengono chiamati nella cittadina di Spilimbergo dal Priore del convento di agostiniani, per risolvere il caso del rapimento di alcuni neonati. Apparirà subito chiaro che di mezzo c'è una strega e dei riti satanici.

Lettura coinvolgente anche se, a mio parere, questa volta l'autore si è soffermato troppo su descrizioni di oggetti e situazioni.