Marzio Santoni, schivo ispettore detto Lupo bianco per il suo straordinario fiuto - protagonisti del giallo, gli odori! - dopo una fortunata carriera è tornato a Valdiluce, il suo paese natale, dove si occupa di questioni poco importanti. Santoni si innamora di una turista, Elisabetta, in vacanza a Valdiluce con tre amiche. Ma non è una storia destinata a durare: i cadaveri delle quattro donne verranno presto trovati, nella loro stanza. Un suicidio perfetto ... così sembrerebbe ...

Non male. Non certo un capolavoro, ma a suo modo avvincente, scritto con uno stile nebbioso e nevoso come il paese in cui è ambientato. Scorrevolissimo, si legge in brevissimo tempo. Peccato per alcuni tratti poco credibili - ma è possibile che, in un paese di quattro gatti anche poco affascinanti, quattro donne sposate arrivino e in un giorno si trovino tutte l'amante? Mah, magari sì - e per il finale che, sinceramente, mi ha un po' deluso.