Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 13 1234567891011 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 183

Discussione: I(r)reali del non-sense

  1. #1
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito I(r)reali del non-sense

    Se le cose non funzionano, di certo non per colpa di alcuni ma di altri che pensano altrimenti, bisogna agire diversamente dalla norma del buon fare, di certo non risulta normale e anacronisticamente attendibile quanto un servile corviale. Sarebbe opportuno coprire l'apertura con uno zelante ossidiano, non solo tali e quali costini in velluto del fotovoltaico e solare sistemato intorno al centro di gravita' permanente del mondo sconosciuto; conosciamo, gia' vero, la vera arte del pronosticare e procrastinare crostini del botsawa, ma non saprei se voi sareste con me in grado di avviare una normale conversazione come questa di domani oggi sera. Sarebbe consistente affiggere, affliggere, offrire una cacofonia di suoni e colori del nord sud est asiatico centrale, nucleare o elettrica. Lo pensate anche voi immagino?
    Ultima modifica di Minerva6; 04-25-2015 alle 09:37 PM.

  2. #2
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4318
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    188
    Thanked in
    89 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    Se le cose non funzionano, di certo non per colpa di alcuni ma di altri che pensano altrimenti, bisogna agire diversamente dalla norma del buon fare, di certo non risulta normale e anacronisticamente attendibile quanto un servile corviale. Sarebbe opportuno coprire l'apertura con uno zelante ossidiano, non solo tali e quali costini in velluto del fotovoltaico e solare sistemato intorno al centro di gravita' permanente del mondo sconosciuto; conosciamo, gia' vero, la vera arte del pronosticare e procrastinare crostini del botsawa, ma non saprei se voi sareste con me in grado di avviare una normale conversazione come questa di domani oggi sera. Sarebbe consistente affiggere, affliggere, offrire una cacofonia di suoni e colori del nord sud est asiatico centrale, nucleare o elettrica. Lo pensate anche voi immagino?
    Se non funzionano, ci vuole una funzione in chiesa: una messa; messa qui messa là, dove non so (ma un giorno ti vedrò). basta che non sia dietro.
    A seguire la norma, dice il bellini che poi si ha a che fare col di lei papà druido: da qui il noto “norme? oh belin”.
    A dire buon fare c’è di mezzo il mare, monti renzi e berlusconi, il senso della famiglia, nipoti nordafricane. Cane che si morde la coda, ma sovente sbaglia auto-sterilizzandosi.
    Ai corvi piacciono gli ossi di diana, per questo lei va a caccia. Come dea, non prima di essersi occupata di droga. Pare segua con passione i post del buon Deep, ma ha troppa con-passione; il troppo stroppia; passione e morte. Quindi non sono corvi ma gufi.
    Infatti nel botswana hanno trovato i crostini in un libbrosario, la cui sede era in un forum, in linea ma anche democraticamente sovrappeso, frequentato dai cosiddetti forumlibbrosi, dediti a riempire detto forum con libri libri e libri.
    Ti libri contro alla gravità, se è permanente fa i capelli strani. Poi devi fare la messa in piega, ma valentino non fa le curve in chiesa. Lentino mica tanto, ma le curve ci piacciono. Non tanto le sue, quanto delle tettone che reggono l’ombrello allo start. Ho chiesto a una “start uit mi” e mi ha mostrato l’ombrello con un gesto tutto italiano.
    Povero vale, non se ne fa una. Solo a mano: per questo dà tanto gas. Però un pezzo glielo ruba spesso. Per questo guida con manico.
    Gasato mi sono per questa conversazione, cui non ho ancora pensato se avviarla perché il motore non è gpl ma a benzina. La benzina costa, e non ho soldi per una crociera. Meglio un motore ad alcool: nella vita un po’ di cul non guasta. Mi inchino alla gran fantasia del buon Deep, ma si tenga la sia (con i suoi candelieri) da bravo nipote: a me basta la fanta. Ma anche una coca, per mettere tutti in riga.
    La fantesca era infatti molto preoccupata, ma poi è andata in cabina con schettino, e quando si è inchinata lei, lui le ha fatto un mazzo di fiori. Gigli.
    Ora il mazzo lo stanno facendo a lui.
    Per una conversazione normale ero andato a iscrivermi a pisa, ma normale non era tanto, perché mi ha lasciato delle pendenze. Allora con la torre arrocco e salvo il re (infatti in quanto rocco non pende più). Però non parla più molto bene perché ha la voce roca. Lo avevo avvisato che a stare nudo si prendeva un colpo d’aria. Ma lui avanti con quell’aria da re. E allora gli venga il colpo.
    Gli mostro il dito, e lui fa affiggere l’editto. L’editto affligge. Vada a farsi friggere. Ecco cerchiato il quadro con Deep. Ora chiudo, perché devo andare a fare la cacofonia. Ho mangiato uno yogurt alla centrale del latte del tirolo del est ovest. Finché tiro va bene. Ma da quelle parti molti sono lesi.
    Ci sentiamo ieri.

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Asia
    Messaggi
    1383
    Thanks Thanks Given 
    73
    Thanks Thanks Received 
    129
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    Se le cose non funzionano, di certo non per colpa di alcuni ma di altri che pensano altrimenti, bisogna agire diversamente dalla norma del buon fare, di certo non risulta normale e anacronisticamente attendibile quanto un servile corviale. Sarebbe opportuno coprire l'apertura con uno zelante ossidiano, non solo tali e quali costini in velluto del fotovoltaico e solare sistemato intorno al centro di gravita' permanente del mondo sconosciuto; conosciamo, gia' vero, la vera arte del pronosticare e procrastinare crostini del botsawa, ma non saprei se voi sareste con me in grado di avviare una normale conversazione come questa di domani oggi sera. Sarebbe consistente affiggere, affliggere, offrire una cacofonia di suoni e colori del nord sud est asiatico centrale, nucleare o elettrica. Lo pensate anche voi immagino?
    Peggioriamo la situazione... ti rispondo in un dialetto del Golfo Persico:
    " Cià guuii Cold Deep? "

  4. #4
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    Se non funzionano, ci vuole una funzione in chiesa: una messa; messa qui messa là, dove non so (ma un giorno ti vedrò). basta che non sia dietro.
    A seguire la norma, dice il bellini che poi si ha a che fare col di lei papà druido: da qui il noto “norme? oh belin”.
    A dire buon fare c’è di mezzo il mare, monti renzi e berlusconi, il senso della famiglia, nipoti nordafricane. Cane che si morde la coda, ma sovente sbaglia auto-sterilizzandosi.
    Ai corvi piacciono gli ossi di diana, per questo lei va a caccia. Come dea, non prima di essersi occupata di droga. Pare segua con passione i post del buon Deep, ma ha troppa con-passione; il troppo stroppia; passione e morte. Quindi non sono corvi ma gufi.
    Infatti nel botswana hanno trovato i crostini in un libbrosario, la cui sede era in un forum, in linea ma anche democraticamente sovrappeso, frequentato dai cosiddetti forumlibbrosi, dediti a riempire detto forum con libri libri e libri.
    Ti libri contro alla gravità, se è permanente fa i capelli strani. Poi devi fare la messa in piega, ma valentino non fa le curve in chiesa. Lentino mica tanto, ma le curve ci piacciono. Non tanto le sue, quanto delle tettone che reggono l’ombrello allo start. Ho chiesto a una “start uit mi” e mi ha mostrato l’ombrello con un gesto tutto italiano.
    Povero vale, non se ne fa una. Solo a mano: per questo dà tanto gas. Però un pezzo glielo ruba spesso. Per questo guida con manico.
    Gasato mi sono per questa conversazione, cui non ho ancora pensato se avviarla perché il motore non è gpl ma a benzina. La benzina costa, e non ho soldi per una crociera. Meglio un motore ad alcool: nella vita un po’ di cul non guasta. Mi inchino alla gran fantasia del buon Deep, ma si tenga la sia (con i suoi candelieri) da bravo nipote: a me basta la fanta. Ma anche una coca, per mettere tutti in riga.
    La fantesca era infatti molto preoccupata, ma poi è andata in cabina con schettino, e quando si è inchinata lei, lui le ha fatto un mazzo di fiori. Gigli.
    Ora il mazzo lo stanno facendo a lui.
    Per una conversazione normale ero andato a iscrivermi a pisa, ma normale non era tanto, perché mi ha lasciato delle pendenze. Allora con la torre arrocco e salvo il re (infatti in quanto rocco non pende più). Però non parla più molto bene perché ha la voce roca. Lo avevo avvisato che a stare nudo si prendeva un colpo d’aria. Ma lui avanti con quell’aria da re. E allora gli venga il colpo.
    Gli mostro il dito, e lui fa affiggere l’editto. L’editto affligge. Vada a farsi friggere. Ecco cerchiato il quadro con Deep. Ora chiudo, perché devo andare a fare la cacofonia. Ho mangiato uno yogurt alla centrale del latte del tirolo del est ovest. Finché tiro va bene. Ma da quelle parti molti sono lesi.
    Ci sentiamo ieri.
    Di certo una funzione, ecclesiastica o matematica che sia, ricorda da lontano un fulgore del buon andamento del tragitto vitale retrointrapreso da certi individui, non taluni ma talaltri da alatri e frosinate varie. Norme si rispettano, in italico territorio possono essere aggirate per un compendio vitale del suffragato interdire o milandire, bandire un imbandito tavolo di discussione apocrifa con banditi del sud e del nord. Smentita la spoglia e mangiato lo scoglio, la pasta di cui sopra contiene sassi per rendere autorevole il proprio nome e conforme alla propria abilità innata di spaccare denti; opposizione velata, ma di cosa poi no? elevata e levata su inauditi reclusori della umana e aliena ragione. Hot saprei come rispondere dopo un'infusione di liturgie papali e pappali, visto che a breve le nostre terga andranno in quel del risorante a mangiar pasta. Il riso abbonda sulla bocca degli stolti, stolti loro il castello crollerà ed una folla inferocita di genti e marmaglie varie urlerà "Genga!" in quanto marchigiani. Un sorpasso è il passo romano. L'imbarbarimento dell'apocalittico conversare, come presupponete in quelle righe a quadri, non ha molto senso se non che sia malvestito o svestito per ore notturne su strade provinciali di malaffare, ma comunque per girare l'economia necessita di martiri. Sarebbe opportuno, o oppordue, procrastinare il senso delle cose per vedersi venduti su un altare di goffa comicità altalenante, fattispecie in parchi di cui non abbiamo veduto la fine nel verde del cielo acquatico e paludoso, ligneo e plumbeo incantante lo sguardo di chi sente. Inchiodati su una croce di burro, attendiamo nove novelle e passeri infingardi, con fogli di glottoteti esperti che certicheranno la fine insulsa della nostra cara lingua e ragione; aprite le finestre, un odore alacre secerne dalle pareti della nostra sorridente ingordigia, giusto? Me lo chiedo e me lo rispondo da solo perchè non so chi possa avere i mezzi e gli interi per svelare la realtà virtualizzatamente inconcreta e arcanamente legata a doppio spaghetto con le nostre anime morte, sarà. La vitalità di un cane che segue un cane che segue un cane non sarà certo pari a cane alla terza, bensì riporteremo fiduciosamente la sospensione dell'intorpidimento globale che avvolge, come una nebbia senziente, le nostre menti abvviluppate intorno ad un ideale inconcepibile e inconscio. Il verde del cancello su cui si affiaciano i pescatori di leoni non sarà più lo stesso, il quarzo si è estinto negli orologi da polso, questo mi rende infelice e pensieroso, l'ode funesta di vendette minerali di marziana memoria percorre la nostra scorrazzante e scialba esistenza legata ad un tavolo da biliardo: non siamo tutti raggruppati forse a triangolo in attesa che il bianco cavaliere sferico ci mandi a ritroso verso i luoghi di nascitura memoria? No? Eh? Penso che bastino queste poche righe per evincere e eperdere la razionalità organizzata in piccole bande di quartiere. La modernità no sta a Chaplin come l'antico sta a Mimmo.
    Ragionateci sopra.

    Citazione Originariamente scritto da zanblue Vedi messaggio
    Peggioriamo la situazione... ti rispondo in un dialetto del Golfo Persico:
    " Cià guuii Cold Deep? "
    Eh? Mi hai fregato

  5. #5
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4318
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    188
    Thanked in
    89 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    Di certo una funzione, ...
    Ragionateci sopra.
    Una funzione retrointrapresa richiede molta carta. Rotoli di carta. E molta libertà: Magna Carta … ma chi magna la carta poi magna sapone … e chi sa –lo si sa- pone paletti. Porre paletti non va bene laddove retrointrapreso. Ma va bene in transilvania. Ora a me silvana piaceva, ma ora che la so un trans …
    Preferisco certi individui che individui certi, indivitrei, indiviquattrei. Taluni talebani, talaltri alatri latrati, cani infedeli, diversi, nati frosi e nati trans. Guardati dai transalpini, soprattutto se portano la penna sul cappello e detestano le cipolle.
    Italo e trenitalia pari sono, a parte il ciuffo di luca-luca. Se monti zemolo fai ritardo uguale, ma almeno hai goduto. E quei due sono massoni. Ma soni o sembrino ? banditi blanditi imbanditi e rimbambiti, interdetti lasciano la nazione i garibaldini. Un quarto di marsala val bene una messa, suoneremo trombe e campane. Alla fine han solo trombato. Vile tu uccidi un uomo morto. Meglio un uomo oggi che una gallina domani. Un galletto non fa primavera, se sta in due nel pollaio con banderas che tacchina rosita. Ma tacchina vecchia fa buon brodo. E rosita di sera ci lascia lo zampino.
    Mangiata la foglia la gente si spoglia, inizia un mondo diverso ma fatto di sesso (chi vivrà vedrà) e tu che sei nata sopra uno scoglio vivrai per sempre scoglionata. Sesso, olio sasso, sassi e assassini. Rimembri il mio nome su per la vetta della torre antica ove si scorge il resegone: nel suo regno di passeri solitari erano tutti dediti al lavoro manuale, regnava il benessere dell’artigianato, ma si estinsero in breve.
    Le vostre avide terga abbisognano, più che di attenzioni pappali, di collaudati papponi, abili appunto a spaccare … i denti. Identici, pesci tutti uguali, aglieni e cipollotti. Marchigiani portano il marchio di gianni, ma sempre meglio di quello di caino. Ah beh, disse il fratello. Ma ormai portò per sempre quel nomignolo (abele). Lo imitarono le pecore, che sempre belano alla presenza dei caini, per pregarli di salvarle dalle stragi pasquali. Ma pasquale non ci sta, così ha delegato il cugino natale, trovatello di genitori ignoti, trovato una notte sulla tangenziale mentre dal passo romano passava al passato di verdure, alghe marine e vermicelli. Non di nola, ma di palude. La croce di burro ci ha uccisi di colesterolo, ma fatto infinocchiare di acidi grassi idrogenati della vallè, mentre ci faceva le scarpe alleata a della valle. E come marlon brando il burro ci ha nuovamente portati a rivalutare il lato b, ove la ragione si perde certamente… ma non sempre la lingua. Lasciamo che cane cacci cani, noi con la scacciacani usiamo cane e grilletto. Se schiacci il grilletto pinocchio è contento, ma la fata turchina rimane insoddisfatta perché hai trascurato il suo.
    Gli ambientalisti hanno assoldato hulk, ma si sono poi accorti che si trattava di schreck che aveva preso i nebulizzanti. Asteroidi che ci riportano alla nostra aliena ragione, una volta quarzo, ora solo tuerzo, elevato a cane. Rimangono caolino e feldspato, ma per il primo bisogna andare in cina ove il riso abbonda sulle labbra della gente (quando non mangiano mandarini; ma pare che il cannibalismo non sia più in voga, se non coi secondogeniti). Disse il saggio: manda rino dove la berta filava, e mandalo anche a quel paese (wo die Zitronen bluhen…). impara le tecniche cao-lin.
    Feld-spato, noto nazi, è stato promosso feld-maresciallo e si è sparato alla fine della guerra perché non voleva rubare al capo il posto da imbianchino. Si è sparato una spaten da litro ed è diventato così bravo al biliardo che ora è trigliardario. Ma dicono che ha uno sguardo da pesce lesso.
    Il triangolo no, non l’avevo preventivato. D’accordo ci proverò, ma farsi due sfere è reato. Nel quartiere quando la banda passò il suo ragazzo era lì e allora disse di sì. Ma era ceca, e gli occhi aveva foderati di prosciutto praga… così nel dubbio disse sì a tutti per anni. Così è la vita. Passa il cavaliere bianco e una lo scambia per il principe azzurro. Guardatevi sempre dietrich: non sempre marlene è una mela! A volte porta il bollino blu.

    Ultima modifica di HOTWIRELESS; 04-22-2015 alle 04:53 PM.

  6. #6
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    Una funzione retrointrapresa richiede molta carta. Rotoli di carta. E molta libertà: Magna Carta … ma chi magna la carta poi magna sapone … e chi sa –lo si sa- pone paletti. Porre paletti non va bene laddove retrointrapreso. Ma va bene in transilvania. Ora a me silvana piaceva, ma ora che la so un trans …
    Preferisco certi individui che individui certi, indivitrei, indiviquattrei. Taluni talebani, talaltri alatri latrati, cani infedeli, diversi, nati frosi e nati trans. Guardati dai transalpini, soprattutto se portano la penna sul cappello e detestano le cipolle.
    Italo e trenitalia pari sono, a parte il ciuffo di luca-luca. Se monti zemolo fai ritardo uguale, ma almeno hai goduto. E quei due sono massoni. Ma soni o sembrino ? banditi blanditi imbanditi e rimbambiti, interdetti lasciano la nazione i garibaldini. Un quarto di marsala val bene una messa, suoneremo trombe e campane. Alla fine han solo trombato. Vile tu uccidi un uomo morto. Meglio un uomo oggi che una gallina domani. Un galletto non fa primavera, se sta in due nel pollaio con banderas che tacchina rosita. Ma tacchina vecchia fa buon brodo. E rosita di sera ci lascia lo zampino.
    Mangiata la foglia la gente si spoglia, inizia un mondo diverso ma fatto di sesso (chi vivrà vedrà) e tu che sei nata sopra uno scoglio vivrai per sempre scoglionata. Sesso, olio sasso, sassi e assassini. Rimembri il mio nome su per la vetta della torre antica ove si scorge il resegone: nel suo regno erano tutti dediti al lavoro manuale, regnava il benessere dell’artigianato, ma si estinsero in breve.
    Le vostre avide terga abbisognano, più che di attenzioni pappali, di collaudati papponi, abili appunto a spaccare … i denti. Identici, pesci tutti uguali, aglieni e cipollotti. Marchigiani portano il marchio di gianni, ma sempre meglio di quello di caino. Ah beh, disse il fratello. Ma ormai portò per sempre quel nomignolo (abele). Lo imitarono le pecore, che sempre belano alla presenza dei caini, per pregarli di salvarle dalle stragi pasquali. Ma pasquale non ci sta, così ha delegato il cugino natale, trovatello di genitori ignoti, trovato una notte sulla tangenziale mentre dal passo romano passava al passato di verdure, alghe marine e vermicelli. Non di nola, ma di palude. La croce di burro ci ha uccisi di colesterolo, ma fatto infinocchiare di acidi grassi idrogenati della vallè, mentre ci faceva le scarpe alleata a della valle. E come marlon brando il burro ci ha nuovamente portati a rivalutare il lato b, ove la ragione si perde certamente… ma non sempre la lingua. Lasciamo che cane cacci cani, noi con la scacciacani usiamo cane e grilletto. Se schiacci il grilletto pinocchio è contento, ma la fata turchina rimane insoddisfatta perché hai trascurato il suo.
    Gli ambientalisti hanno assoldato hulk, ma si sono poi accorti che si trattava di schreck che aveva preso i nebulizzanti. Asteroidi che ci riportano alla nostra aliena ragione, una volta quarzo, ora solo tuerzo, elevato a cane. Rimangono caolino e feldspato, ma per il primo bisogna andare in cina ove il riso abbonda sulle labbra della gente (quando non mangiano mandarini; ma pare che il cannibalismo non sia più in voga, se non coi secondogeniti). Disse il saggio: manda rino dove la berta filava, e mandalo anche a quel paese (wo die Zitronen bluhen…). impara le tecniche cao-lin.
    Feld-spato, noto nazi, è stato promosso feld-maresciallo e si è sparato alla fine della guerra perché non voleva rubare al capo il posto da imbianchino. Si è sparato una spaten da litro ed è diventato così bravo al biliardo che ora è trigliardario. Ma dicono che ha uno sguardo da pesce lesso.
    Il triangolo no, non l’avevo preventivato. D’accordo ci proverò, ma farsi due sfere è reato. Nel quartiere quando la banda passò il suo ragazzo era lì e allora disse di sì. Ma era ceca, e gli occhi aveva foderati di prosciutto praga… così nel dubbio disse sì a tutti per anni. Così è la vita. Passa il cavaliere bianco e una lo scambia per il principe azzurro. Guardatevi sempre dietrich: non sempre marlene è una mela! A volte porta il bollino blu.

    Correzioni intrinseche, perdizioni astrofisiche e algoritmi agnostici e parafrasanti o benedetti. E' questo ciò che necessita la nostra umanità, in perdizioni caustiche e fuori controllo, senza condizioni o condimenti che meri alterano l'esistenza sublimata di un'arteria così onniscente e onnivora di dolori e saperi. Cari e cispari, morti e fuggi. Tragedie di immani mani e braccia, che si muovono senza controllo nel nostro esistere così, a volte, senza scopo e senza scopa. Cappa e spada, romanzi di medioevale bellezza che ci tergono dalle fatiche quotidiane portandoci in mondi alternativi mai visti e assaporati, in cerca del nostro drago da cacciare e uccidere; spietati muoviamo eserciti privati su cose fantasiose, tendendo a soffocarle nella quotidiana transitorietà a favore dello smog intellettuale che lambisce e divora quel poco di bambinesco che manteniamo negli anni. Di certo, se sei d'accordo con me ovviamente, digressioni del genere di pascoliana memoria ci impongono riflessioni quotidiane, quasi anseatiche, a fronte di certi eventi che caratterizzano e muovono decisioni globali ed epocali, non sempre condivise da militari e laici, poteri forti e forti odori. La guerra di distinti destini clandestini, venti che caratterizzano il tutto con semplicità ed immediatezza, a dispetto dei santi che non volevano che questo accadesse, tra riunioni segrete per imporre il proprio pargolo prediletto a tutti, seguendo una linea di comportamento poco ligia al dovere di chi di dovere. Il piccolo non conta, è analfabeta. L'importante è la folla nella sua integrità, poco morale molto molare, dentisticamente legata ad altri fati fatti fattispecie il resto del carlino, un piccolo cane che vende immobili da sogno. Troveremo mai il centro del nostro divenire adulti? La creazione è un'azione creativa, non genera cose a caso, forse cose denigrabili dalla normale concezione letterale, che sia con raccomandata o posta ordinaria. Banco o sottobanco, prezzo o sottoprezzo, marino o sottomarino dove ci sono le grotte. Una volta ho sentito di qualcuno che vide che due santi pascolarono, forse le greggi erano i fedeli o rappresentazioni goliardiche di chi non crede ma segue la guida ciecamente, senza porre domande o alternative fruibili. Ma cosa cerchiamo in realtà Hot? Cerchiamo un interesse da volgere ed occupare la vita nei suoi piccoli momenti di vuoto? Oppure un conte che conti realmente fino a mille e una notte? Domande. Domande. Ci oscurano lo svolgere della vita, la regolare e vacua logica esistenziale. Che mondo sarebbe senza riso? Macrobiotici capovolgimenti di fronte e nuca, aventi poco a che fare con ciò che scrivevamo sopra, però degni di riflessione, con specchio o senza. Il cane da riporto, oltre che per la caccia, può essere usato anche da un matematico oppure da un parrucchiere? Segni che tengono con il fiato sospeso, erotomani assetati di nuove mete voyeuristiche che altro non sono che vite appagate al contrario delle loro; ma chi siamo per giudicare simili personaggi in cerca di editore? Chissà cosa vedremo nei prossimi sette anni.
    Mi piacerebbe pensarla così, a te invece?

  7. #7
    Ananke
    Data registrazione
    Feb 2014
    Località
    Mantova
    Messaggi
    2696
    Thanks Thanks Given 
    195
    Thanks Thanks Received 
    257
    Thanked in
    170 Posts

    Predefinito

    @ cold @hot

    Se volete diventare gli eredi di Joyce siete sulla buona strada!

  8. #8
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    magari a scrivere come il buon Richard Joyce

  9. #9
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2904
    Thanks Thanks Given 
    26
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    magari a scrivere come il buon Richard Joyce
    sei un folle....

  10. #10
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elesupertramp Vedi messaggio
    sei un folle....
    folle inteso come matto o folle come moltitudine di persone?


  11. #11
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4318
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    188
    Thanked in
    89 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    folle inteso come matto o folle come moltitudine di persone?

    direi che psicoanaliticamente
    nel senso schizofrenico
    in te le due cose coincidono ...


  12. #12
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4318
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    188
    Thanked in
    89 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    magari a scrivere come il buon Richard Joyce
    o come james ellmann ...


  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2904
    Thanks Thanks Given 
    26
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    folle inteso come matto o folle come moltitudine di persone?

    Tu sei Una Sola Moltitudine !

  14. #14
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elesupertramp Vedi messaggio
    Tu sei Una Sola Moltitudine !
    il mio secondo nome è Legione

  15. #15
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4318
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    188
    Thanked in
    89 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    Correzioni intrinseche, perdizioni astrofisiche e algoritmi agnostici e parafrasanti o benedetti. E' questo ciò che necessita la nostra umanità, in perdizioni caustiche e fuori controllo, senza condizioni o condimenti che meri alterano l'esistenza sublimata di un'arteria così onniscente e onnivora di dolori e saperi. Cari e cispari, morti e fuggi. Tragedie di immani mani e braccia, che si muovono senza controllo nel nostro esistere così, a volte, senza scopo e senza scopa. Cappa e spada, romanzi di medioevale bellezza che ci tergono dalle fatiche quotidiane portandoci in mondi alternativi mai visti e assaporati, in cerca del nostro drago da cacciare e uccidere; spietati muoviamo eserciti privati su cose fantasiose, tendendo a soffocarle nella quotidiana transitorietà a favore dello smog intellettuale che lambisce e divora quel poco di bambinesco che manteniamo negli anni. Di certo, se sei d'accordo con me ovviamente, digressioni del genere di pascoliana memoria ci impongono riflessioni quotidiane, quasi anseatiche, a fronte di certi eventi che caratterizzano e muovono decisioni globali ed epocali, non sempre condivise da militari e laici, poteri forti e forti odori. La guerra di distinti destini clandestini, venti che caratterizzano il tutto con semplicità ed immediatezza, a dispetto dei santi che non volevano che questo accadesse, tra riunioni segrete per imporre il proprio pargolo prediletto a tutti, seguendo una linea di comportamento poco ligia al dovere di chi di dovere. Il piccolo non conta, è analfabeta. L'importante è la folla nella sua integrità, poco morale molto molare, dentisticamente legata ad altri fati fatti fattispecie il resto del carlino, un piccolo cane che vende immobili da sogno. Troveremo mai il centro del nostro divenire adulti? La creazione è un'azione creativa, non genera cose a caso, forse cose denigrabili dalla normale concezione letterale, che sia con raccomandata o posta ordinaria. Banco o sottobanco, prezzo o sottoprezzo, marino o sottomarino dove ci sono le grotte. Una volta ho sentito di qualcuno che vide che due santi pascolarono, forse le greggi erano i fedeli o rappresentazioni goliardiche di chi non crede ma segue la guida ciecamente, senza porre domande o alternative fruibili. Ma cosa cerchiamo in realtà Hot? Cerchiamo un interesse da volgere ed occupare la vita nei suoi piccoli momenti di vuoto? Oppure un conte che conti realmente fino a mille e una notte? Domande. Domande. Ci oscurano lo svolgere della vita, la regolare e vacua logica esistenziale. Che mondo sarebbe senza riso? Macrobiotici capovolgimenti di fronte e nuca, aventi poco a che fare con ciò che scrivevamo sopra, però degni di riflessione, con specchio o senza. Il cane da riporto, oltre che per la caccia, può essere usato anche da un matematico oppure da un parrucchiere? Segni che tengono con il fiato sospeso, erotomani assetati di nuove mete voyeuristiche che altro non sono che vite appagate al contrario delle loro; ma chi siamo per giudicare simili personaggi in cerca di editore? Chissà cosa vedremo nei prossimi sette anni.
    Mi piacerebbe pensarla così, a te invece?
    Correzioni, in casa e fuori. In casa è una galera. Fuori è al limite un caffè. Astrofisiche-chimiche-psichiche-logiche-nomiche… astronzi! Ritmi ostici, sambe, reggae, mambo italiano. Fra santi e navigatori. Ne detti tante, ma tante ne preti. C’est la vie. Le perdizioni caustiche mi piacciono se sode. Bello perdere il controllo con senno, meglio con un bel seno. O con due uova. Corroso corrotto. Mi sono rotto. Esco dal guscio. Pulsa il sangue in arterie capillari e vasi. Va’ sì, mentivo con dizioni alte e basse, condimenti senza sugo, dei contadini i saperi di quanto buono è il cacio coi peri, sapori dolori, menti bazze guance da porgere… ekkekkazz.
    Rari cispari cisalpini cisti, estinti e colorati, puliti senza scopa, scopano col mocio. Raffreddore, sesso triste, lacrime e sangue: hai visto churchill? No, ma c’era benni hill in chiesa. Accendo la cappa per cucinare il pesce spada e assaporare terga di manzi, che davanti latitano. Titanic iceberg, mondi sottomarini salati. Draghi e bce. Manzi e bse. Pazzo per le vacche. Ma loro mi muoiono dietro davanti e in gelatina. Malattia? Sì mmentale. Montana. Ringo. Glionito. Carosello. Bambini negli ani… dopo l’oratorio sono cresciuto. Non è fantasia, il prete era reale. Lo smog ha raggiunto i pascoli e la valle degli orchi. Parmalat e tango argentino, come i bonus.
    Malus, mi scade pure l’assicurazione. Non convincente. Casco. Ma che polizza. Volavo con l’olandesina verso amsterdam per un paio di canne e una troia, quando ho incontrato ulisse che mi ha detto son finite. E solepiatti mi ha sciolto lo sporco sulle ali, facendomi cadere senza lines. Tanto sudore, ma più sudavo e più sapevo di fresco, come te mio buon Deep. arbeit macht frei. freddo. E non il potere, ma l’odore conta.
    Perché l’amore non è nel cuore ma riconoscersi dall’odore. Del potere siete senza. Essenza è comunque olezzo. Oil of olez, per ammorbidire la cute. Cute copy incolla, inculla, governo ladro. Militari laici clandestini ustici figlio di falegname comete… come te non c’è nessuno. Nessuno è il mio nome, e prima dei proci froci ucciderò monocolo, già mezzo cieco (lo avevo avvertito di non masturbarsi). Monocolore è il governo. Governo ladro. Piove.
    Alluvioni diluvio universale.. no, èh. Noe fa l’arca. arco coseno seno latte nutrice. Dammela a bere. Vado in bianco. Bianco latte. Vino bianco. Più bianco non si può. Tu sbagli candeggio: c’è ace. Grazie, ben gentile. Ma è un succo. Suca.
    In una delle mille notti troverò la lampada, e sfregandola forte la farò diventare un faro. Che genio. Ne diverrò il guardiano, e finalmente suonerò la mia solitudine.
    Tutti segni, disegni, ma anche leone e gazzelle, saragat saracan… già so cosa accadrà il prossimo settennato. Settimini si nasce, e io modestamente
    lo nacqui
    Ultima modifica di HOTWIRELESS; 04-22-2015 alle 12:04 PM.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Libri su disagio mentale con casi realistici o reali?
    Da Dallolio nel forum Salotto letterario
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 10-04-2013, 09:06 PM
  2. Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 11-07-2011, 09:55 PM
  3. Reali, Walter - Nightfall - Oltre è dove Appartengo.
    Da Schuldiner reborn nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 01-07-2011, 01:53 PM
  4. Classifica del Corriere della Sera del 17 ottobre 2010
    Da Baldassarre Embriaco nel forum Salotto letterario
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 10-23-2010, 11:14 AM
  5. Smith, Lisa J. - L' ombra del male. Il diario del vampiro
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-11-2010, 10:33 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •