Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 9 di 13 PrimoPrimo 12345678910111213 UltimoUltimo
Mostra risultati da 121 a 135 di 183

Discussione: I(r)reali del non-sense

  1. #121
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Atterrate in massa oggi all'aeroporto centrale
    Pulci da Mosca
    Salvini: "Gli immigrati stiano al loro posto"

    Miroma. E' di poche ore fa la notizia del giorno. Un gruppo di quaranta milioni di pulci è atterrato all'aeroporto centrale di Lumicino, a sette chilometri da Miroma, con un volo economico da Mosca. La popolazione locale ha accolto in maniera discernente l'invasione, rinnovando l'eterno dibattito sull'immigrazione. Corre voce, non potrebbe essere altrimenti, che la stessa squadra responsabile alla torre di controllo non volesse autorizzare l'atterraggio. "Siamo sconvolti ed offesi" afferma intervistato l'ambasciatore Normanno Armando Pielagamanda "E' inammissibile che nel XVIII° secolo ancora si stia qui a disquisire su immigrazione si o immigrazione no". Inutili i tentativi di ricordare all'ambasciatore di essere ormai nel XXI° secolo dove il razzismo è moda, ci saluta coloritamente con un medio alzato e ci lascia. Dall'Italia fa sentire la sua voce il Presidente dell'Organizzazione Accoglienza Immigrazione, Salvini: "Il flusso entrante di pulci dall'estero è dovuto alla grande domanda dai cani del mercato e bottega, ciò non toglie la necessità di regolarizzarne gli ingressi. Gli immigrati stiano al loro posto, ai trattori penso io". Bossi, ancora attivo e sempre attento a queste tematiche, afferma "Ce l'ho dur" palpandosi il polpaccio destro vittima di un crampo. La popolazione del Lumicino vede da lontano i nuovi arrivati, attraverso microzanzariere di sicurezza create appositamente per rispettare la quarantena, ma già ne apprezza la forza di volontà. "Ci vuole un gran coraggio" narra un passante "ad imbarcarsi per tutti questi chilometri, un viaggio di parecchie ore se non minuti, con neppure la certezza di un cane a cui aggrapparsi". "Rubano il lavoro" afferma invece un'amabile vecchina "questa sanguisughe rosse che vengono dall'est per mordere i nostri cani e portarli alla mercè dei comunisti, è un'invasione ecco cos'è! E se poi mordono i nostri nipotini? Dio salvi Casini". Intanto marce di protesta attraversano l'intera nazione, chi chiede le tapas ad ogni ora e chi invece chiede magliette economiche di Zara senza scollo a V. Una commistione di bisogni che trapelano dagli sguardi degli astanti, pronti a difendere le loro idee con la propria vita, fino alla pausa pranzo per poi riprendere dalle 15:00 fino alle 17:00, oggi c'è giornata breve. Pulci, disprezzo e coriandoli. La Chiesa, nella persona delegata del Monsignore Don Dolamento difende i profughi: "Siamo tutti su questa terra con diritto di vita, prendete esempio da noi, siamo stati sempre generosi con tutti, soprattutto gli islamici nel medioevo. Raccogliete i nostri insegnamenti". Mosca risponde con tono deciso alle accuso di tentata corruzione: "ZZZZZ" mentre si pulisce le antenne con le zampe anteriori "ZZZZZZZZZ". Incredibili le reazioni di supporto al paese: siti web, blogger e tutti i più importi selfisti olimpionici hanno lanciato un contest di solidarietà "Selfie con pulce", che ha già raccolto più di venti partecipazioni in tutto il mondo. Contestualmente a questa lodevole iniziativo, ne è sorta un'altra direttamente dell'UNESCO DOMANI FORSE: "Dona la pelle", campagna di adozione delle pulci russe, basta una piccolissima porzione di cuoio capelluto per ospitarne decine. Platonico ed aristotelico il trattamento riservato ai nostri turisti in terra zarista: le prime cento persone che chiameranno il numero in sovraimpressione riceveranno, senza spese aggiuntive, un pratico spremibanane del Carmelengo - se è buono me lo tengo -. Chiarita la posizione Est, si impone il Western di Estefania, l'uomo che scrive trenta romanzi brevi di genere senza aver mai visto gli Stati Uniti, ma solo quelli divorziati: "Ed ora chi si occuperà delle nostre pulci, prima le nazionali!". Che la società non sia pronta ed organizzata per simili emergente è lampante, lapalissiano ed osmotico. L'esercito tiene continuamente sotto mira le povere pulci, con armi di almeno mille volte la grandezza di una di loro. Il generale Armando Pielagamanda risponde intervistato: "Io sono l'ambasciatore, chiedete alla portineria". Il generale Borio Morio Bimbumbam risponde: "L'emergenza umanitaria è al limite, siamo al collasso storico, se entra un altro asso ho poker. Posso dire che al momento non abbiamo direttive su come agire, dico solo che questo è un accampamento veramente pulcioso". Salutano con la mano alzata gli spettatori del trasporto in centrale di polizia delle pulci che hanno richiesto asilo politico ma rientrano tra gli indesiderati. Appena identificate è stato emandato un atto di estradizione: dal Collie a cui erano attaccate saranno forzosamente messe su un Doberman. Poteri forti, come gli odori, ritengono opportuno isolare il fenomeno, mandando in odna l'ultimo espisodio de Il segreto, ma noi siamo una testata, data male, indipendente che non sotto il gioco dei potenti: ricordiamo che Il segreto andrà in onda domani sera su Canale Politico 3, non perdetelo. E' di poco fa la notizia di una tentata fuga delle pulci dalla quarantena: un cane, probabilmente un sovversivo levriero russo, ha portato fuori dai recinti almeno tremila (tremila) pulci (pulci). E' partita la caccia al cane, pattugliamenti di centinaia, ma che dico centinaia decine, tra agenti di pulizia ed esercito sta rastrellando il parco alla ricerca del sopracitato canide o dei suoi bisogni. C'è già chi, purtroppo per l'ordine pubblico, cercherà di proteggere un simile atto, accampando al diritto di libertà di essere parassita. Occorre rimanere saldi anche fuori stagione, i prezzi aumentano ma i soldi no. Il monopoli mondiale vuole solo imprevisti, suggestioni popolari di antico rimando, tipico dei poeti nostrani quindi normali. L'opinione pubblica rimane decisamente divisa, tra chi vorrebbe repliche di Masterchef all'ora di pranzo e chi le vorrebbe all'ora del tapear. Il signor Coriandolo Pulverolento afferma con decisione "Qui ci vogliono i caschi blu dell'ONU e dell'EUD. Non possiamo andare avanti così. Ai miei cani do solo pulci nazionali. Quelle estere costeranno anche meno, ma volete mettere la qualità? Sono a chilometro zero". Intanto c'è chi pensa ad un concerto con tutti i più importanti artisti di caratura mondiale: i primi ad aderire sono stati, tra i tanti, Vasco Rossi: "Sono anni che mi gratto le parti basse, ora sapete perchè". Caschi L'Asino, Direttore dell'Isitituto Polifonico e di Scienza Sciamanica Paolo Fox di Barnerbemgo, risponde a chi aizza il fuoco sulle pulci "Ma che ci mangiate? Capirei una locusta, ma quante pulci ci voglione per farne una porzione decente?". Corrimani. Corripiedi. Tutti siamo coinvolti in quella che è considerata la peste nera del XXI° secolo insieme al selfie. Riteniamo opportuno informare i lettori che è presto per dormire, non rimandate cose importanti a domani solo perchè dovete alzarvi dal letto, cercate di rendere tutto fruibile al giorno stesso. Voi potete. Le pulci no.
    Ultima modifica di Cold Deep; 06-08-2015 alle 11:16 PM.

  2. #122
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Manuale del seduttore
    di Cold Deep (già basterebbero queste due righe per rientrare nel no-sense )

    1° tipo di approccio: Festa di compleanno
    Siete invitati ad una festa di compleanno e non sapete chi sia la festeggiata, la incontrate e trova riscontro nei vostri gusti. Per farla cadere ai vostri piedi basterà dire:
    "Tanti auguri!"
    "Grazie, ma chi sei?"
    "Sai abbiamo molte cose in comune"
    "Ah si?"
    "Oggi è il tuo compleanno"
    "E allora?"
    "Anch'io sono nato, vedi che abbiamo molto in comune"
    Sarà vostra.
    Ultima modifica di Cold Deep; 06-08-2015 alle 11:34 PM.

  3. #123
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    ESSO

    Passo dopo passo. Io sotto il terrasso passo.
    Credi che sia passo?
    Non c’ho l’asso? Cambio mossa. La mano passo.
    Eh casso.
    Quel passo di Trilussa casso. Con imbarasso. È scritto in russo.
    Leggerlo non posso.
    Mi sono mosso, ma il ragasso era troppo basso.
    Colpa di una pressa?
    Era un osso perché lo stresso. Forse lo vesso…
    Ma è un commesso.
    Se lui chiama la Camusso, noi farem venire Bossi.
    Sai che satira con Crossa.
    Fisso quell’ammasso rosso. Non è un’asse di cipresso.
    Lo sa anche un fesso.
    Ora appena l’ho rimosso, lo isso come un sasso.
    A tutti gli altri appresso.
    Vieni a messa? Qui io glisso. Ma se insisti ti strosso.
    Hai un piede nella fossa…
    Lesse ciò che disse Ulisse. Queste storie son prolisse.
    Te l’ha fatta proprio grossa.
    Nel crasso te lo misse, ora ti verrà un prolasso. Quindi meglio se non bissi.
    Scappa una risata grassa.
    Di riflesso faccio sesso. La leonessa ha un certo presso. Ma non trovo teneressa.
    Nemmeno una caressa.
    Prima di fare un collasso, meglio se in treno partissi
    e con la massa mi mischiassi.
    Salissi adesso sulla carrossa di seconda classe, risparmierei sulla Esso.
    Ci trovo un certo nesso !

  4. #124
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    PASSERE E LEOPARDI


    Per tutto il giorno te ne stai lì
    da solo a fare un caz*o,
    sul cocuzzolo della vecchia torre,
    rompendo le balle a tutti
    con quel canto ininterrotto.

    Ma che c’avrai mai da cantare:
    al tanfo del letame che svapora
    dalla campagna tutto impestando?

    Errata è questa armonia che emetti,
    se raffrontata a quella
    della natura circostante.

    Il giorno muore, ma tu purtroppo resti.
    Portando ossessivamente la gente
    ad aritmie e rischi cardiaci,
    nell’imminenza della primavera.

    Si lamentano ad alta voce
    perfino pecore e mucche, rimpiangendo
    i bei tempi andati con Heidi.

    I tuoi colleghi invece
    volano alto per non sentirti,
    inseguendo con l’ormone a mille
    le passere che da parte loro
    non ci sentono di restare sole.

    Così a te non resta che fare
    un solitario in tutta tristezza,
    guardandoli col telescopio
    da lontano come un voyeur,
    buttando nel cesso la tua vita.

    Certo a quelli non somigli.
    Sei un tipo strano, un vero nerd,
    che dassolo si sollazza al suo pc,
    lontano nel suo mondo, senza quelle
    sciocche e inutili passere tra i piedi:
    che detesti e invero un po’
    ti fanno anche paura.

    Stasera in disco c’è una festa,
    dove è costume che ogni giovane
    vada allegro a fare il porco.
    Vi sono pure molte squillo,
    e girano tante canne.
    Il metal del rave rimbomba
    fino alle ville più lontane.

    Tamarri e zoccolette, fatti
    si vestono strano e impongono
    per le strade la legge del branco.
    Guardandosi da qualcuno
    che rallegrandosi prende la mira
    per sparargli addosso.

    Tu ti spari un po’ di acido,
    proiettandoti in altri tempi e luoghi,
    ove concederti giochi solitari.
    La luce del sole ti spacca gli occhi,
    e cadendo finisci steso
    nel calante buio che è la tua gioventù.
    Ormai ogni volta vieni meno.

    E tu, uccellino, venuto anche stasera
    grazie alla vista delle stelline del night,
    vorresti rattristarti per il costume
    da gay che hai indossato;
    ma non fartene cruccio.
    È la tua natura che ti rende vago.

    Quando diverrai inevitabilmente vecchio,
    e ogni giorno sarà peggio del precedente,
    cosa diverrà questa tua voglia insana?
    Una perversa pedofilia?

    Ti vergognerai di te stesso,
    e ripenserai ai tempi andati,
    coi siti porno su internet
    ed il telescopio con cui, sbavando
    dalla cima della collina guardavi
    le passere farsi inseguire vogliose.
    Ultima modifica di HOTWIRELESS; 06-09-2015 alle 03:52 PM.

  5. #125
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Hot, sei un genio
    Sono sicuro che anche il buon Giacomo è contento della tua rivisitazione poetica...

  6. #126
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    Hot, sei un genio
    Sono sicuro che anche il buon Giacomo è contento della tua rivisitazione poetica...
    sei tu quello speciale

    primo perché riesci a leggermi

    secondo perché sei culturalmente preparato

    terzo per la tua onestà intellettuale

    quarto per comunicare i tuoi punti di vista

    quinto per non subordinare la positività dei tuoi giudizi alla solidarietà di pensiero

    sesto per ritenere comunque importante il confronto

    e il settimo giorno niente, perché il tuo capo vuole che riposi, altrimenti va in vacca la faccenda del a sua immagine e somiglianza ...




    confesso di aver introdotto nel titolo con riluttanza quel "leopardi".
    ma so che alle volte visitando un topic, se già si è riscontrato non sia di proprio gradimento e si tende ad andare oltre, magari un titolo può incuriosire a prescindere ...

    per chi non sapesse a memoria quella poesia, potrebbe essere interessante tenerla a fianco mentre si legge il mio post
    (ma vale anche per chi la ricorda, per trovare magari che alcuni termini apparentemente non troppo consoni si riagganciano in qualche modo all'originale. cito a caso le squillo, il metal, i porci, le canne, ...).

    nel mio piccolo ho cercato di riscrivere il lavoro col linguaggio attuale, sia ambientale che psico-analitico.

    sono stato seriamente tentato di postarlo
    nel 3D della poesia del giorno.
    ma sarebbe probabilmente suonato come satira
    cosa non di mia intenzione.
    più che sulla poesia
    volevo riferirmi all'autore,
    e contrariamente a come forse possa
    apparire ad un primo approccio
    tra le righe vuole esserci qualcosa di serio.

    ti stimo, Mac
    Ultima modifica di HOTWIRELESS; 06-10-2015 alle 12:10 PM.

  7. #127
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13818
    Thanks Thanks Given 
    770
    Thanks Thanks Received 
    542
    Thanked in
    400 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    Hot, sei un genio
    Sono sicuro che anche il buon Giacomo è contento della tua rivisitazione poetica...
    Concordo sul genio (dei ferrovieri ).

    L'ho letta tutta anche io.
    Non posso evitare di dire che preferisco l'originale (Leopardi è uno dei miei poeti preferiti ) però ho colto l'attualità, l'intento satirico (e pure quel qualcosa di serio che vuole esserci dietro) dell'autore che apprezzo "quasi" sempre (ho aggiunto quel quasi sennò poi si monta la testa ).

  8. #128
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Caro Hot, grazie per la stima, che come sai è reciproca...
    Non so se l'avevo già scritto da qualche parte, ma ribadisco che Leopardi (dopo di te...) è il mio poeta preferito.
    Ho riscontrato subito, leggendo la tua rivisitazione, l'intento (assolutamente genuino...) di attualizzare il passero solitario e di farlo con il tuo stile puntualmente e stilisticamente satirico e (ir)riverente...
    Chapeau...

  9. #129
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    "Ogni sera, stando in letto e vegliando a lungo, con ogni possibile industria, m’adopero di richiamarmi alla mente la cara sembianza, la quale probabilmente per questo appunto ch’io con tanto studio la cerco, mi sfugge, ed io non arrivo a vederne altro che i contorni, e ci affatico tanto il cervello che alla fine mi addormento per forza colla testa annebbiata infocata e dolente. Così m’accadde ieri sera, ma questa mattina svegliatomi per tempissimo, in quel proprio punto di svegliarmi, tra il sonno e la veglia spontaneamente m’è passata innanzi alla fantasia la desiderata immagine vera e viva, onde io immediatamente riscosso e spalancati gli occhi, subito le son corso dietro colla mente, e se non sono in tutto riuscito a farla tornare indietro, pure in quella freschezza di mente mattutina, tanto ne ho veduto e osservato e dell’aria del volto, e dei moti e dei gesti e del tratto e dei discorsi e della pronunzia, che non m’abbia fatto maraviglia l’esserne stato una volta preso, ho anzi considerato che se io avessi quelle cose tuttora presenti alla fantasia, sarei ben più smanioso e torbido ch’io non sono. Ora appresso a poco io duro come ne’ giorni innanzi, parendomi che il solo mio vero passatempo sia lo scrivere queste righe; coll’animo voto o più tosto pieno di tedio (eccetto nel caldo di quei pensieri), perché non trovo cosa che mi paia degna d’occuparmi la mente né il corpo, e guardando come il solo veramente desiderabile e degno di me quel diletto che ho perduto, o almeno come maggiore di qualunque altro ch’io mi potrei procacciare, ogni cosa che a quello non mi conduce, mi par vana; e però lo studio (al quale pure di quando in quando ritorno svogliatissimamente e per poco) non m’adesca più, e non mi sa riempire il voto dell’animo, perché il fine di questa fatica che è la gloria, non mi par più quella gran cosa che mi pareva una volta, o certo io ne veggo un’altra maggiore, e così la gloria divenuto un bene secondario non mi par da tanto ch’io ci abbia da spender dietro tutta la giornata, distogliendomi dal pensare a quest’altro bene; oltrech’ella per avventura mi pare una cosa più lontana, e questo in certa guisa più vicino, forse perché nell’atto di leggere e di studiare non s’acquista gloria, ma nell’atto di pensare a quest’altro bene s’acquista quel doloroso piacere, che pure il cuor mio giudica il più vero e sodo bene ch’io ora posso cercare. Ed anche quando non penso a questo bene, non però mi so risolvere di darmi allo studio, per quella ragione ch’io ho detto, che mi par poco degno di me e poco importante e perché insomma ho in testa un oggetto che più mi preme, e o ci pensi o non ci pensi, sempre m’impedisce ogni seria applicazione di mente a cosa ch’esso non sia. E però non so vedere come ripiglierò l’antico amore allo studio, perché mi pare che anche passata questa infermità di mente, sempre mi dovrà restare il pensiero che c’è una cosa più dilettosa che lo studio non è, e ch’io n’ho fatto una volta lo sperimento..." (Diario del primo amore - 17 dicembre 1817. Giacomo Leopardi)

    ...quanto sopra, a proposito di Passere e Leopardi...

  10. #130
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    "Ogni sera, stando in letto e vegliando a lungo, con ogni possibile industria, m’adopero di richiamarmi alla mente la cara sembianza, la quale probabilmente per questo appunto ch’io con tanto studio la cerco, mi sfugge, ed io non arrivo a vederne altro che i contorni, e ci affatico tanto il cervello che alla fine mi addormento per forza colla testa annebbiata infocata e dolente. Così m’accadde ieri sera, ma questa mattina svegliatomi per tempissimo, in quel proprio punto di svegliarmi, tra il sonno e la veglia spontaneamente m’è passata innanzi alla fantasia la desiderata immagine vera e viva, onde io immediatamente riscosso e spalancati gli occhi, subito le son corso dietro colla mente, e se non sono in tutto riuscito a farla tornare indietro, pure in quella freschezza di mente mattutina, tanto ne ho veduto e osservato e dell’aria del volto, e dei moti e dei gesti e del tratto e dei discorsi e della pronunzia, che non m’abbia fatto maraviglia l’esserne stato una volta preso, ho anzi considerato che se io avessi quelle cose tuttora presenti alla fantasia, sarei ben più smanioso e torbido ch’io non sono. Ora appresso a poco io duro come ne’ giorni innanzi, parendomi che il solo mio vero passatempo sia lo scrivere queste righe; coll’animo voto o più tosto pieno di tedio (eccetto nel caldo di quei pensieri), perché non trovo cosa che mi paia degna d’occuparmi la mente né il corpo, e guardando come il solo veramente desiderabile e degno di me quel diletto che ho perduto, o almeno come maggiore di qualunque altro ch’io mi potrei procacciare, ogni cosa che a quello non mi conduce, mi par vana; e però lo studio (al quale pure di quando in quando ritorno svogliatissimamente e per poco) non m’adesca più, e non mi sa riempire il voto dell’animo, perché il fine di questa fatica che è la gloria, non mi par più quella gran cosa che mi pareva una volta, o certo io ne veggo un’altra maggiore, e così la gloria divenuto un bene secondario non mi par da tanto ch’io ci abbia da spender dietro tutta la giornata, distogliendomi dal pensare a quest’altro bene; oltrech’ella per avventura mi pare una cosa più lontana, e questo in certa guisa più vicino, forse perché nell’atto di leggere e di studiare non s’acquista gloria, ma nell’atto di pensare a quest’altro bene s’acquista quel doloroso piacere, che pure il cuor mio giudica il più vero e sodo bene ch’io ora posso cercare. Ed anche quando non penso a questo bene, non però mi so risolvere di darmi allo studio, per quella ragione ch’io ho detto, che mi par poco degno di me e poco importante e perché insomma ho in testa un oggetto che più mi preme, e o ci pensi o non ci pensi, sempre m’impedisce ogni seria applicazione di mente a cosa ch’esso non sia. E però non so vedere come ripiglierò l’antico amore allo studio, perché mi pare che anche passata questa infermità di mente, sempre mi dovrà restare il pensiero che c’è una cosa più dilettosa che lo studio non è, e ch’io n’ho fatto una volta lo sperimento..." (Diario del primo amore - 17 dicembre 1817. Giacomo Leopardi)

    ...quanto sopra, a proposito di Passere e Leopardi...
    se anziché dalla poesia
    avessi preso spunto da questo
    anziché passere e leopardi
    dovevo titolare
    LEOPARDI E SARCHIAPONI




    ps) alle volte viene da pensare
    come potessero conciliare
    nella scuola pubblica del secolo scorso
    con la chiesa che disperdere il seme
    è peccato mortale
    che il bricolage rende ciechi
    il duce che ci vogliono uomini virili
    ad opporre il villoso petto
    alle baionette nemiche
    etcetcetc ...
    l'insegnamento del Leopardi
    che alla pugna preferiva indubbiamente
    la pugnetta


  11. #131
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    ...caro Hot, dovrei aprire un thread per cercare di far capire "i danni" prodotti dal catechismo spiegato male da sacerdoti e catechisti frustrati del post-concilio del secolo scorso...
    Basterebbe leggere le Sacre Scritture e le parole dette da Gesù per capire che la maggior parte dei "divieti" e "precetti" inculcati ai fedeli sono castronerie (per non dire minchiate)...

  12. #132
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    ...
    Basterebbe leggere le Sacre Scritture e le parole dette da Gesù per capire che la maggior parte dei "divieti" e "precetti" inculcati ai fedeli sono castronerie (per non dire minchiate)...
    parte dal tuo discorso
    che la maggior parte delle prese di parte
    verte purtroppo su quali parti
    facciano parte
    di quella maggior parte...
    e parte della chiesa non permette
    agli altri di prenderne parte.
    scherzi a parte
    ho solo voluto mettertene a parte.


  13. #133
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    ...grazie di avermi messo da parte
    elegantemente...
    ma io non avendo né arte né parte
    avevo dimenticato il senso di questo 3D
    che non ha senso...

  14. #134
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    ...grazie di avermi messo da parte
    elegantemente...
    ma io non avendo né arte né parte
    avevo dimenticato il senso di questo 3D
    che non ha senso...
    spesso ciò che pare non avere senso
    in realtà lo ha.

    è a ciò che realmente non ha senso
    che si cerca di attribuirgliene.


  15. #135
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    spesso ciò che pare non avere senso
    in realtà lo ha.

    è a ciò che realmente non ha senso
    che si cerca di attribuirgliene.

    hai appena scritto una verità sacrosanta, caro hot

Discussioni simili

  1. Libri su disagio mentale con casi realistici o reali?
    Da Dallolio nel forum Salotto letterario
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 10-04-2013, 08:06 PM
  2. Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 11-07-2011, 08:55 PM
  3. Reali, Walter - Nightfall - Oltre è dove Appartengo.
    Da Schuldiner reborn nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 01-07-2011, 12:53 PM
  4. Classifica del Corriere della Sera del 17 ottobre 2010
    Da Baldassarre Embriaco nel forum Salotto letterario
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 10-23-2010, 10:14 AM
  5. Smith, Lisa J. - L' ombra del male. Il diario del vampiro
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-11-2010, 09:33 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •