Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il Budda delle periferie

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Kureishi, Hanif - Il Budda delle periferie

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    127
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Kureishi, Hanif - Il Budda delle periferie

    IL BUDDA DELLE PERIFERIE - Hanif Kureishi

    Trama E' la storia della formazione di Karim, giovane anglo- indiano nella periferia di Londra.
    Ha 17 anni e nessuna grande storia da difendere alle spalle.
    Suo padre, indiano, è il Budda delle periferie. Sua madre, invece, è soltanto inglese.
    Karim è sveglio, ironico, sensibile, molto confuso su chi sia e cosa voglia dalla sua vita. Come ogni giovane "cockney" che si rispetti, farà il possibile e l'impossibile per trovare il suo posto nel mondo. Perchè fa parte anche lui, come tutti gli altri, di quella sana razza pagana che se ne sbatte degli ideali e contratta come i mercanti di una volta diritti e doveri della società londinese a cavallo tra la fine degli anni Settanta e gli albori degli Ottanta.
    Tutto inizia quando il padre di Karim, Haroon, viene convinto a diventare la guida spirituale di un gruppo di ricchi inglesi ex-yuppie e immersi nella cultura new age.
    Dalla periferia degradata di Londra si fa lentamente strada verso il centro della città, e poi verso l'altra sponda dell'oceano, alla ricerca della sua identità. Lo circondano una serie di personaggi che difficilmente si possono dire secondari, ciascuno con una personalità ben definita: il padre Haroon, figlio di una ricca famiglia di Bombay, che dopo anni di umile lavoro per le ferrovie inglesi si re-inventa un presente di guru; il suo amico di gioventù Anwar e la moglie Jeeta, principessa, con il loro negozio di alimentari "Magazzini Paradiso"e la ribelle figlia Jamila; gli zii materni di Karim, Ted e Jean, piccolo borghesi e arrampicatori sociali la cui vita sarà cambiata dalla svolta "spirituale" del cognato. E ancora la focosa Eleonor, lo strano Changez, l'algida ma amorevole Eva, l'ambiguo Charlie. Da ognuna di queste figure, Karim comincia a rubare elementi che faranno crescere in lui il desiderio di dar vita a personaggi e quindi recitare.




    Commento Vero e proprio libro cult, Il Buddha delle periferie racconta il viaggio iniziatico e formativo di un giovane anglo-indiano nella Londra degli anni Settanta. Un romanzo che al suo apparire aprì una finestra sulla convivenza, straordinaria e difficile, tra patrimoni culturali assai differenti.
    Il suo autore è l'anglo-pakistano Hanif Kureishi, noto anche come sceneggiatore cinematografico e autore di altri libri che tuttavia non ritroveranno mai la freschezza e l'ispirazione del Buddha.
    In quanto romanzo di formazione, si immerge con ironia e trasporto in temi come l'amore ,gli obblighi familiari, il lavoro, le delusioni, le amicizie più o meno sbagliate, l'eterno contendere tra inglesi/indiani e inglesi/inglesi. Nella babele delle lingue e dei costumi, numerosi gli episodi esilaranti, anche perchè il tono del racconto è spesso irriverente e scorretto, la scrittura brillantissima e il ritmo trasuda dell'accattivante astuzia orientale.
    Il Buddha delle periferie è anche uno strepitoso ritratto della Londra di quegli anni, appena travolta dal punk e sempre in bilico tra chiusure tradizionaliste e imprevedibili accoglienze.
    Il giovane protagonista la percepisce come uno stato della mente. "Londra sembrava una casa con cinquemila stanze, tutte diverse. Il trucco era di scoprire come si collegavano, e alla fine attraversarle tutte".





    .
    Ultima modifica di elisa; 06-01-2009 alle 01:19 PM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    b
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    419
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho appena finito di leggerlo.

    Libro discreto che apre uno squarcio sulla incoerenza dei personaggi della Swinging London.

    Kamir, il protagonista, si muove fra tardo-hippy, neo-punk, bisessualismo e diffuse velleità artistiche......con la triste consapevolezza che questo caos non sarebbe durato per sempre.

    La scrittura è molto ironica e scorrevole....forse manca un pò di profondità psicologica dei personaggi.

Discussioni simili

  1. Thackeray, William - La fiera delle vanità
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 06-24-2013, 07:43 PM
  2. Gioco delle citazioni...
    Da Decio nel forum Tutti i giochi
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 05-17-2008, 07:50 PM
  3. Kureishi, Hanif - Nell' intimità
    Da pokypoky nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-04-2007, 11:58 AM
  4. Guillou, Jan - Il romanzo delle crociate
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 09-28-2007, 04:26 PM
  5. un po' d'ordine prima delle vacanze...
    Da zaratia nel forum Pagine di servizio
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 08-26-2007, 04:21 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •