Lontano dai grandi romanzi, questo Tolstoj ancora giovane rimane pur sempre un grande scrittore.
Questi tre "racconti", pi¨ descrittivi che narrativi, vogliono essere una lucida fotografia della realtÓ dalla guerra al di lÓ della retorica ufficiale, una critica della vanitÓ degli ufficiali (scelti nelle file della nobiltÓ o dell'alta borghesia per il loro nome e non per il loro valore), la sottolineatura della umile grandezza dei semplici soldati, unici veri eroi della situazione.
Tolstoj c'era e desidera raccontare.
Lo consiglio, anche per il suo valore di documento storico.