Scritto nel 1959, il romanzo racconta la storia della giovane danzatrice Djuna, che ottiene una borsa di studio per una prestigiosa scuola di ballo di Parigi. Nei caffè di Montmartre la passione per la danza e l'amore carnale si intrecciano, segnando il passaggio di Djuna all'età adulta, alla conoscenza di se stessa e della propria capacità di amare.

Sì, carino, ma sinceramente mi aspettavo di più... probabilmente è colpa mia che l'ho letto velocemente, ma l'unica domanda che mi sono posta a lettura conclusa è stata..."E quindi?"... non saprei, mi sembra che il romanzo non sia concluso, che il racconto della storia della protagonista sia rimasto in superficie, che non sia ancora stato approfondito... mah!