Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 53

Discussione: 19° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #16
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10186
    Thanks Thanks Given 
    361
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Oggi proponiamo un'altra canzone-poesia, di tutt'altro genere C'è qualcunoooooo?


    Lontano lontano

    E lontano lontano nel tempo
    qualche cosa negli occhi di un altro
    ti farà ripensare ai miei occhi
    i miei occhi che t’ amavano tanto

    E lontano lontano nel mondo
    in un sorriso sulle labbra di un altro
    troverai questa mia timidezza
    per cui tu mi prendevi un po’ in giro

    E lontano lontano nel tempo
    l’espressione di un volto per caso
    ti farà ricordare il mio volto
    l’aria triste che tu amavi tanto

    E lontano lontano nel mondo
    una sera sarai con un altro
    e ad un tratto chissà come e perché
    ti troverai a parlargli di me
    di un amore ormai troppo lontano

    Luigi Tenco

  2. #17
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Oggi proponiamo un'altra canzone-poesia, di tutt'altro genere C'è qualcunoooooo?


    Lontano lontano

    E lontano lontano nel tempo
    qualche cosa negli occhi di un altro
    ti farà ripensare ai miei occhi
    i miei occhi che t’ amavano tanto

    E lontano lontano nel mondo
    in un sorriso sulle labbra di un altro
    troverai questa mia timidezza
    per cui tu mi prendevi un po’ in giro

    E lontano lontano nel tempo
    l’espressione di un volto per caso
    ti farà ricordare il mio volto
    l’aria triste che tu amavi tanto

    E lontano lontano nel mondo
    una sera sarai con un altro
    e ad un tratto chissà come e perché
    ti troverai a parlargli di me
    di un amore ormai troppo lontano

    Luigi Tenco
    Ascoltavo le canzoni italiane su youtube anche per imparare l’italiano, cosi ho scoperto canzoni di Luigi Tenco, solo leggendo i titoli: “Ho capito che ti amo”, “Vedrai vedrai”, “Se Potessi Amore Mio” e pensando imparare coniugazione dei verbi . Il titolo “Lontano lontano” non mi diceva niente lontano e lontano, ma due anni fa l’ho ascoltato e “mi sento chiuse in gola le parole”, cosa dire, Tenco ha detto tutto semplice e chiaro, senza alcuna parola superflua, l'armonia assoluta tra forma e contenuto.

  3. #18
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10186
    Thanks Thanks Given 
    361
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Concordo con Olga sull'ultima frase "l'armonia assoluta tra forma e contenuto" ma io, italiana, non l'avrei mai saputo dire così bene
    E' evidente il carattere malinconico del cantante, che scrisse questa canzone nel 1966, l'anno precedente al suo suicidio. Sarà un caso, ma in questo testo sembra quasi che già sappia, come fosse rivolto a una persona che ama ancora, ma che deve inevitabilmente lasciare.

  4. #19
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Sono certa che sapete meglio di me tutte le circostanze della sua vita così breve e tragica, mi dispiace tanto. Per me Luigi Tenco è
    un poeta fragile e ribelle, ragazzo e uomo nello stesso tempo.
    La sua poesia cosi sincera, meravigliosamente semplice e a volte infantilmente ingenua e toccante .
    La sua poesia cosi personale penso diventa personale per ogni lettore, cosi come diventata personale per me poesia-canzone Lontano lontano, questo sono io sto lontano lontano nel tempo e lontano lontano nel mondo, questo sono miei emozioni, miei ricordi… Questo secondo me è la vera arte.

    Per ricordare.





  5. #20
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10186
    Thanks Thanks Given 
    361
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Nuova proposta

    Nelle sere azzurre d'estate
    andrò per i sentieri pizzicato dal grano
    a calpestare l'erba tenera:
    come in sogno ne sentirò il fresco nei piedi
    Lascerò che il vento bagni la mia testa nuda
    Non dirò nulla, non penserò a niente
    ma l'amore che non ha fine,mi riempirà l'anima
    e andrò lontano,molto lontano come un vagabondo
    attraverso la natura,felice come con una donna.

    Arthur Rimbaud

  6. #21

    Predefinito

    A Giulia

    Ti ho cercata a lungo
    senza conoscere il tuo viso
    la tua voce
    il tuo profumo.
    Invano ti ho cercata nelle canzoni
    e nelle poesie maledette dagli uomini delusi
    perché fanno innamorare dell’amore,
    così come l’amore maledice
    gli uomini che non amano.

    E tu che eri già in me
    non parlavi
    non vedevi
    non giuravi
    non piangevi l’assenza
    dei miei occhi
    dei miei baci
    ma giacevi silenziosa
    come io nella pace
    del ricordo del tuo viso
    del tuo profumo
    della tua voce.

  7. #22
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2300
    Thanks Thanks Given 
    35
    Thanks Thanks Received 
    163
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    PREGHIERA DEL CLOWN


    Più ho voglia di piangere e più gli uomini si divertono,
    ma non importa, io li perdono, un pò perchè essi non sanno,
    un pò per amor Tuo e un pò perchè hanno pagato il biglietto.
    Se le mie buffonate servono ad alleviare le loro pene,
    rendi pure questa mia faccia ancora più ridicola,
    ma aiutami a portarla in giro con disinvoltura.
    C'è tanta gente che si diverte a far piangere l'umanità,
    noi dobbiamo soffrire per divertirla.
    Manda, se puoi, qualcuno su questo mondo,
    capace di far ridere me come io faccio ridere gli altri.

    Antonio De Curtis Toto’
    Ho un po' di commenti arretrati da fare
    Questa poesia mi mette una tristezza addosso, il comico è "costretto" a far ridere gli altri anche quando non ne avrebbe voglia, è costretto a dire qualcosa di divertente anche quando ha altri pensieri per la testa, perché la gente da lui si aspetta questo, che li distragga dai loro pensieri, dai loro problemi, ma chi distrae un comico dai suoi pensieri, dalle sue preoccupazioni? Il comico prima di essere un comico è innanzitutto una persona, perciò come uno sportivo non sempre è nella sua giornata buona, o come un impiegato non sempre ha voglia di andare in ufficio, allo stesso modo non sempre un comico ha voglia di far ridere, e a volte vorrebbe che fossero gli altri a riuscire a risollevare l'animo a lui.

  8. #23
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10186
    Thanks Thanks Given 
    361
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Nelle sere azzurre d'estate
    andrò per i sentieri pizzicato dal grano
    a calpestare l'erba tenera:
    come in sogno ne sentirò il fresco nei piedi
    Lascerò che il vento bagni la mia testa nuda
    Non dirò nulla, non penserò a niente
    ma l'amore che non ha fine,mi riempirà l'anima
    e andrò lontano,molto lontano come un vagabondo
    attraverso la natura,felice come con una donna.

    Arthur Rimbaud

    Riprendiamo i commenti da qui
    Questa poesia mi trasmette un senso di libertà e di serenità: quando il rapporto con la natura può dare gioia come quello con una persona, con la differenza che Lei non può lasciarti o tradirti ...

  9. #24
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10186
    Thanks Thanks Given 
    361
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Va be', io vado avanti
    Speriamo che almeno la poesia del nostro amico Hot ci risvegli un po' dal torpore

    (Procedevo tra la folla)

    Marciapiedi semafori strisce pedonali
    negozi bar uffici banche, vetrine
    Edifici, alti bassi moderni fatiscenti

    Sole pioggia nebbia stagioni, grigio
    Rombo di motori, sbuffi mefitici, frastuono

    Volti amici volti ostili volti indifferenti, volti
    Sorrisi gomitate gentilezza prepotenza, sguardi
    Calma fretta urgenza stress, rassegnazione
    Borse ombrelli occhiali cani telefonini, ego

    Chi ha una meta chi la simula chi la rifugge
    Muti vocianti comunicativi apatici, zombie

    (E ti vidi da lontano)

    Da una traversa il mio blob decisa incroci.
    Qualche passo come a venirmi incontro…
    Sorpresa piacere speranza, agitazione

    Sosti con noncuranza a fissar quella vetrina
    Seggioloni passeggini biberon e fasciatoi…
    Riflessi un breve istante affiancati i nostri visi
    Illusione dubbio onirica realtà, miraggio

    Io proseguo e tu, serena, fiera al fianco mio ti poni
    Troppo brevi i metri e il tempo, or per mano hai una bambina
    Per attendervi rallento, mi raggiungi e passi oltre
    Il mio passo allora affretto, sempre uniti resteremo

    Ma i tuoi occhi sono tristi, siamo già di nuovo soli…

    Poi mi guardi all’improvviso, ti avvicini sorridendo:
    “Scusi…” e un attimo mi sfiori, mentre tagli il mio cammino

    Non deviare, non adesso: troppi fogli ha ancora bianchi
    del destino il nostro libro, per poter già scriver "Fine"...


    Ma in un mare indifferente ed anonimo di teste
    Già inghiottita dall’ignoto, nel mio mondo più non sei.


    Hot

  10. #25
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    ...e come posso non risvegliarmi dal torpore e commentare l'opera del mio poeta contemporaneo preferito?
    Come non cogliere l'attimo di un commento ad un componimento che dall'attimo non colto trae la sua ispirazione?
    L'eterno carpe diem che ci perseguita, dolce tormento dei giorni nostri,
    dei nostri affanni,
    della nostra ricerca ossessiva di qualcosa,
    che nell'attimo in cui crediamo di possederla è già svanita...
    "...troppi fogli ha ancora bianchi
    del destino il nostro libro..."
    è l'equivalente, per me, del "...solo e pensoso i più diserti campi vo' mesurando a passi tardi e lenti..."


  11. #26
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    ...e come posso non risvegliarmi dal torpore e commentare l'opera del mio poeta contemporaneo preferito?
    Come non cogliere l'attimo di un commento ad un componimento che dall'attimo non colto trae la sua ispirazione?
    L'eterno carpe diem che ci perseguita, dolce tormento dei giorni nostri,
    dei nostri affanni,
    della nostra ricerca ossessiva di qualcosa,
    che nell'attimo in cui crediamo di possederla è già svanita...
    "...troppi fogli ha ancora bianchi
    del destino il nostro libro..."
    è l'equivalente, per me, del "...solo e pensoso i più diserti campi vo' mesurando a passi tardi e lenti..."

    approvo in pieno.

    nel caso della presente poesia si va addirittura oltre ...
    quel "credere di possederla" è ben altro
    dell'attimo non colto:
    è in realtà frutto di una momentanea proiezione del se'

    in una figura femminile che, volutamente in maniera casuale,
    l'autore fa compare sulla strada del protagonista (autobiografico),
    percorrerne un tratto quasi al fianco,
    poi deviare per proseguire il proprio cammino.

    diventando la protagonista inconscia
    della metafora esistenziale
    di quell'uomo come di tutti gli esseri umani ...

    non occasione persa, dunque -o almeno non solo
    (non gioca ruolo primario il fatto che di occasione potesse trattarsi)-
    ma onirico flash di una vita
    vissuta in un istante nel proprio io
    quasi catarticamente, se vogliamo,
    in un cortometraggio che per un breve attimo
    ha due estranei come attori co-protagonisti.

    è così che accade anche nella realtà ?!?


  12. #27
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    approvo in pieno.

    nel caso della presente poesia si va addirittura oltre ...
    quel "credere di possederla" è ben altro
    dell'attimo non colto:
    è in realtà frutto di una momentanea proiezione del se'

    in una figura femminile che, volutamente in maniera casuale,
    l'autore fa compare sulla strada del protagonista (autobiografico),
    percorrerne un tratto quasi al fianco,
    poi deviare per proseguire il proprio cammino.

    diventando la protagonista inconscia
    della metafora esistenziale
    di quell'uomo come di tutti gli esseri umani ...

    non occasione persa, dunque -o almeno non solo
    (non gioca ruolo primario il fatto che di occasione potesse trattarsi)-
    ma onirico flash di una vita
    vissuta in un istante nel proprio io
    quasi catarticamente, se vogliamo,
    in un cortometraggio che per un breve attimo
    ha due estranei come attori co-protagonisti.

    è così che accade anche nella realtà ?!?

    ...secondo me, si. Accade nella realtà.
    A me è accaduto. Ne sono certo.
    L'unico dettaglio (differente ma - credo - determinante)
    è che i protagonisti non erano estranei...

  13. #28
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    La prima parte è molto dinamica (si vede anche dalla mancanza delle virgole ), si sente il ritmo folle della città.
    Ma poi...
    Se fosse questa poesia stata scritta da mio marito, io sarei stata male

  14. #29
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10186
    Thanks Thanks Given 
    361
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Mi piace molto questa poesia, la prima parte evoca efficacemente immagini frenetiche di vita cittadina moderna e trasmette un'ansia che si placa nel momento dell'incontro con la sconosciuta, e ancora di più, sconsolatamente, nella presa d'atto finale. Non so se ne ho colto appieno il significato, ma queste sono state le mie sensazioni leggendola: quasi si immagina la sua colonna sonora, prima martellante, poi dolce, quasi romantica e infine malinconica.

  15. #30
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10186
    Thanks Thanks Given 
    361
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Inserisco l'ultima proposta "poetica", credo sia dell'utente Andrea Di Lorenzo che l'ha proposta, che però sembra sparito

    A Giulia

    Ti ho cercata a lungo
    senza conoscere il tuo viso
    la tua voce
    il tuo profumo.
    Invano ti ho cercata nelle canzoni
    e nelle poesie maledette dagli uomini delusi
    perché fanno innamorare dell’amore,
    così come l’amore maledice
    gli uomini che non amano.

    E tu che eri già in me
    non parlavi
    non vedevi
    non giuravi
    non piangevi l’assenza
    dei miei occhi
    dei miei baci
    ma giacevi silenziosa
    come io nella pace
    del ricordo del tuo viso
    del tuo profumo
    della tua voce.

Discussioni simili

  1. 14° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 67
    Ultimo messaggio: 10-28-2014, 08:35 PM
  2. 11° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 64
    Ultimo messaggio: 04-07-2014, 04:34 PM
  3. 7° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 73
    Ultimo messaggio: 01-25-2013, 11:55 AM
  4. 6° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 33
    Ultimo messaggio: 10-10-2012, 04:03 PM
  5. 3° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 56
    Ultimo messaggio: 03-28-2012, 05:10 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •