Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

La voce delle onde

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Mishima, Yukio - La voce delle onde

  1. #1

    Predefinito Mishima, Yukio - La voce delle onde

    TRAMA
    Senza mai chetarsi, ora infuriata ora implacabile, la voce delle onde ci accompagna durante tutta la lettura di questo romanzo. Si tratta di una storia d'amore che sulla sponda del mare nasce e si sviluppa, raggiungendo apici di toccante e poetica spontaneità e semplicità. La vita, fatta di coraggio e di sacrificio, di un povero villaggio di pescatori giapponesi è lo sfondo per le uscite sul mare in tempesta, la pesca delle perle e i convegni d'amore di due giovani protagonisti, Shinji e Hatsue, su al tempio di Yashiro, che dall'alto del monte domina l'Isola del canto - Uta-jima - come armoniosamente la chiamano i suoi abitanti.



    COMMENTO
    Devo ammettere che io non sono una grandissima esperta di letteratura e di cultura giapponese, né mi sono premurata di informarmi più di tanto prima di cominciare questo romanzo. Mi ci sono semplicemente tuffata, e solo a posteriori ho cercato di documentarmi un pochino di più. Ho così scoperto che quella che noi possiamo leggere è in realtà la traduzione della versione americana del romanzo, e immagino che questo possa in qualche modo aver posto un ulteriore filtro fra la versione originale (che già è piuttosto distante dalla sensibilità occidentale) e il lettore.
    Inizialmente ho apprezzato moltissimo la narrazione di Mishima, delicatissima e quasi avulsa dal tempo: tutta la vicenda si svolge su una piccola isola abitata da pescatori, dove la vita sembra scorrere lentamente e in maniera perfettamente equilibrata, senza sconvolgimenti né rancori. Lo stile stesso di Mishima è pacato, equilibrato, ricco di descrizioni e senza particolari impennate di pathos: i discorsi diretti sono pochissimi, e tutto viene narrato in maniera quasi distaccata, tanto che inizialmente mi è parso di trovarmi immersa in un’atmosfera fiabesca. La stessa storia d’amore fra Shinji e Hatsue è fatta di sguardi e piccoli gesti compiuti in maniera quasi inconsapevole, è una storia d’amore in boccio, che pare concretizzarsi più nella mente dei due protagonisti che in gesti ed azioni concreti. Fino a che il romanzo è rimasto su questi toni, l’ho apprezzato veramente tanto, così ricco di lirismo e atmosfere impalpabili.
    La storia però si fa poi più concreta, i personaggi cominciano a dialogare e ad agire in maniera diretta e visibile, ed è come smettere di osservare un acquarello dai colori delicati per dedicarsi ad una soap opera di seconda scelta. Ci troviamo davanti a pettegolezzi e dicerie da parrucchiere di provincia, scene surreali con calabroni che tormentano aspiranti stupratori, donne di tutte le età che si radunano per disquisire su chi fra di loro abbia il seno migliore, fino ad arrivare ad un finale intuibile già dalla metá del romanzo, prevedibile e al tempo stesso del tutto privo di veridicità.
    Quello che era un racconto pieno di poesia si trasforma in una mal riuscita e vagamente ridicola celebrazione dell’uomo che grazie alla sua forza tutto vuole e tutto può, snaturando un personaggio taciturno e assennato per farlo diventare uno spocchioso ragazzetto pieno di sé per il solo fatto di aver compiuto una prodezza che rasenta l’incoscienza in mezzo ad un tifone.
    Insomma, ho apprezzato moltissimo la prima parte del romanzo, ma la seconda non mi ha convinto per niente. Leggo però che questa “Voce delle onde” non è esattamente una delle opere migliori di Mishima, anzi pare non essere prorpio all’altezza della sua produzione, quindi proverò a dargli una seconda possibilità.

  2. #2
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Lecce
    Messaggi
    699
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    186
    Thanks Thanks Received 
    134
    Thanked in
    90 Posts

    Predefinito

    Una piccola isola del Giappone, circondata dall’immenso oceano Pacifico, un villaggio di pescatori in cui tutti si conoscono a vicenda, una coppia di giovani alle prese con i primi turbamenti amorosi. Sono questi gli ingredienti di questo romanzo breve, scorrevole ed intenso, una piccola perla proprio come quelle pescate dalle donne di questo libro.
    Tutto sull’isola è legato al mare: i giorni e le notti, le vite degli abitanti sono cadenzate secondo la pesca, le donne sono tuffatrici e pescatrici di perle, gli uomini sono abili pescatori e marinai. E’ in quest’ambiente che sboccia l’amore puro, tenero, incrollabile tra Shinji ed Hazue, un amore capace di resistere alle maldicenze ed agli attacchi impietosi del mare in tempesta.
    Mishima ha una prosa semplice, quasi didascalica, eppure estremamente evocativa e ricca di dettagli. L’autore ci conduce attraverso la storia di questi due ragazzi con dolcezza, ondeggiando proprio come un barcaiolo conduce la sua barca attraverso il mare in un giorno di bonaccia. Ciò che più mi ha colpito in questo romanzo, al di là della trama, è proprio la levità, la leggerezza delle pagine, delle parole, delle suggestioni: tutto contribuisce a creare intorno al lettore un senso di leggiadria, di equilibrio, di perfezione, di pace. Ovviamente consiglio questa lettura, che tra l’altro mi sembra proprio adatta al periodo estivo… magari da leggere di sera, in riva al mare.

Discussioni simili

  1. Mishima, Yukio - Musica
    Da Kylix nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-19-2013, 02:49 PM
  2. Mishima, Yukio - Il Tempio dell'Alba
    Da alessandra nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 03-04-2012, 09:15 PM
  3. Mishima, Yukio
    Da key nel forum Autori
    Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 06-24-2011, 06:00 PM
  4. Mishima, Yukio - Il padiglione d'oro
    Da velmez nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 02-05-2011, 02:10 PM
  5. Mishima, Yukio - La dimora delle bambole
    Da Blueberry nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 04-06-2009, 08:40 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •