Trama
C'è una storia d'amore importante, durata un anno e osteggiata da tutti, il primo grande amore e la sua fine. Perché Antonio è nero e per i genitori di lei il ragazzo sbagliato. E poi c'è la famiglia di Antonio, gli amici, la scuola e altri attimi del cuore. Ci sono incontri, amori, momenti che fanno crescere, istanti indimenticabili. "Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?" è la vita di un ragazzo raccontata di getto, inseguendo le emozioni, passando da un'immagine all'altra. Pagine cariche di sentimento, frasi che colpiscono il cuore e destinate a essere scritte e riscritte. Un racconto fatto di momenti singoli, come singole canzoni, che insieme fanno la playlist di una vita.

Oddio... non sono riuscita a finirlo... troppo noioso!!! Quando ho deciso di leggerlo mi ero lasciata attrarre dal titolo e dalla trama, nonché dalla giovane età dell'autore... all'inizio la storia della playlist mi piaceva e mi incuriosiva l'idea di una canzone all'inizio di ogni capitolo, ma dopo poche pagine il libro ha cominciato a diventare pesante, introspettivo, piatto... specie nella parte in cui parla dei continui messaggi alla ex ragazza... non ce l'ho fatta più! L'ho chiuso e non penso che lo riaprirò in futuro! Mi dispiace perché è un romanzo d'esordio di un autore giovane, ma... no! Non ci siamo!